Passa ai contenuti principali

ARS: APPROVATA LA RIFORMA DEGLI ATO PER UGL PASSO IMPORTANTE

Approvata la riforma degli ATO dall’ARS nel corso della seduta del 25 marzo u.s. dopo un intensa attività parlamentare che ha visto Ugl Igiene Ambientale Sicilia impegnata in un confronto con il presidente Lombardo e con il presidente della commissione Ambiente Fabio Mancuso.
Da 27 si passa ad un ATO per provincia al quale si aggiunge quello delle isole minori – dichiara Salvino Gibilisco (nella foto), Segretario regionale Igiene Ambientale di Ugl Sicilia.
Queste strutture, poco produttivi, sottolinea Gibilisco, hanno fatto rischiare di mandare in dissesto il 90 per cento dei comuni siciliani, con molte problematiche ai lavoratori. Questa norma, dell'art. 18, ovvero la norma transitoria che disciplina il passaggio dal vecchio al nuovo sistema illustrato dal presidente Lombardo e le deleterie conseguenze per l'amministrazione regionale e le sue finanze in caso di mancata approvazione, trangugiando anche l'amaro calice dei licenziamenti e, almeno nel 30 per cento dei casi e dei ridimensionamenti dei ruoli .
Dai vecchi ATO passeranno alle Srr, le società consortile provinciale di gestione, solo quanti sono stati assunti con procedura regolare prima del 2007 – prosegue Gibilisco - non solo, per i prossimi tre anni le nuove strutture non potranno procedere a nuove assunzioni. Inoltre, il 90 per cento dei dipendenti dovrà scendere nelle strade per la raccolta dei rifiuti e solo il 10 per cento potrà occuparsi delle pratiche amministrative. E’ una legge che rivoluzionerà il sistema dei rifiuti in Sicilia, dando respiro ad un settore in evidente difficoltà e garantendo equilibrio di bilancio e servizi resi alla collettività.
E’ un ulteriore passo in avanti della politica siciliana – dichiara Giovanni Condorelli - l’approvazione della riforma ATO che qualifica l’azione del governo siciliano, consegnando ai siciliani un nuovo modello di gestione della raccolta rifiuti. L’attività della nostra O.S. sulla questione ed il continuo confronto con le istituzioni ha contribuito a garantire la salvaguardia dei posti di lavoro, restituendo dignità ai lavoratori, attraverso un sistema di regole certe basato sull’efficacia ed efficienza dell’erogazione del servizio in una logica di qualità della spesa.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…

Banche in Sicilia. Allarme sportelli, per l’Ugl grave errore abbandonare i piccoli centri

In Italia sempre meno filiali e meno sportelli aperti al pubblico.  Continua la trasformazione delle banche italiane: nei prossimi tre anni si prevedono altre 3mila chiusure ed i sindacati di categoria lanciano l'allarme. Il Sud Italia dove risulta una forte concentrazione di Filiali appare particolarmente colpito, in Sicilia il malessere è evidenziato dall’Ugl, che denuncia l’abbandono dei piccoli centri e l’indifferenza nei confronti degli anziani. 
“Siamo molto preoccupati per la regione Sicilia – dichiara Giuseppe Messina, Segretario regionale dell’Ugl Sicilia – siamo testimoni di una desertificazione sul territorio degli sportelli bancari, riteniamo la politica dei grandi gruppi bancari di abbandonare la nostra isola chiudendo ed in taluni casi accorpando gli sportelli bancari un gravissimo errore, con ricadute dal punto di vista occupazionale, infatti i grandi gruppi bancari preferiscono assumere nel ricco nord ovest e nord est dell’Italia e non nella nostra regione”. 
“…