Passa ai contenuti principali

UGL SICILIA: SANITA’, GARANZIE OCCUPAZIONALI LAVORATORI 118


Firmato stamane accordo sindacale tra le OO.SS., la S.E.U.S., rappresentata dal Presidente Gaetano Bonfiglio e del Direttore Generale Marco Romano, e l’Assessore regionale alla salute, Massimo Russo, coadiuvato dal Direttore Generale Maurizio Guizzardi, dal Capo di Gabinetto Giovanni Carapezza e dall’avv. Marco Marazza. L’intesa che giunge dopo oltre tre mesi di estenuanti trattative – dichiara con soddisfazione Giovanni Condorelli, Segretario Generale Ugl Sicilia – ha registrato l’importante risultato del riconoscimento dei livelli occupazionali per tutti, attraverso l’impegno di SEUS ad assumere 3317 lavoratori con contratto a tempo indeterminato, con un impegno orario di 36 ore settimanali in applicazione di tutti gli istituti del CCNL AIOP – Sanità Privata e con l’impegno, assunto con l’Assessore Russo e con Bonfiglio, di introdurre, nell’ambito della contrattazione integrativa e con decorrenza dal 01/01/2012, gli istituti contrattuali regolamentati dal CCNL sanità pubblica al fine di pervenire alla omogeneizzazione dei trattamenti, aspetti nettamente migliorativi per i lavoratori sia dal punto di vista giuridico che economico. Sottolineo la particolare attenzione e sensibilità che l’Assessore Russo ha prestato alla “vertenza 118” ed a quanto da noi sollecitato - conclude Condorelli – che ha portato ad accogliere la proposta del riconoscimento di una somma di € 600,00 “una tantum” a favore del personale occupato a tempo parziale nella società SISE a titolo di transazione generale e novativa nei confronti della stessa; ed una somma a titolo di “una tantum” pari a € 200,00 a titolo di transazione generale e novativa, nei confronti di SUES, in favore del personale occupato alle dipendenze SISE e di quello occupato a tempo parziale. L’importante risultato raggiunto – dichiara Giuseppe Messina, Coordinatore Regionale Ufficio Aree di crisi di Ugl Sicilia – passa dall’esito positivo dell’esame congiunto per procedura di mobilità ex artt. 4 e 24 della L. 223/91, conclusosi positivamente nel pomeriggio presso l’Ufficio Regionale del Lavoro, alla presenza dei responsabili SISE e del Direttore dell’URL Paolo Trovato. L’accordo – sottolinea Messina - prevede la garanzia del riconoscimento del TFR maturato da ciascun lavoratore, che sarà erogato in tempi brevi, nonché delle spettanze maturate e non godute come le ferie, la tredicesima mensilità e/o altre mensilità non corrisposte. La procedura di mobilità, concordata con le OO.SS. attraverso un solo giorno di preavviso contrattuale di cui all’art. 72 CCNL AIOP e che prevede la costituzione di n.9 commissioni tecniche presso le sedi UPL, conclude il Coordinatore Aree di Crisi - dovrà ultimarsi entro un tempo limite di 120 giorni, attraverso la garanzia della continuità del servizio prestato, percorso che dovrà attuarsi nel rispetto di quanto previsto nei punti a), b) e c) dell’art.3 del verbale di accordo sindacale odierno, con assunzione in SEUS di tutti i lavoratori con le tutele contrattuali. L’avvio della fase di consultazione sindacale al completamento delle fasi transattive, nell’ambito della contrattazione integrativa, – dichiara Vincenzo Ginnastica, Segretario regionale Ugl Sanità Sicilia – servirà ad estendere gli istituti contrattuali regolamentati dal CCNL Sanità Pubblica in favore dei lavoratori. Abbiamo strappato l’impegno – prosegue Ginnastica, sia nei riguardi di SISE che di SEUS – di reintegrare in servizio quei lavoratori destinatari di sentenza passata in giudicato attraverso la riassunzione in SISE, messa in mobilità e riassunzione in SEUS, secondo le direttive dei verbali sottoscritti, stessa procedura sarà attuata nei confronti di coloro che in atto sono in attesa di sentenza di reintegro in servizio.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…

Banche in Sicilia. Allarme sportelli, per l’Ugl grave errore abbandonare i piccoli centri

In Italia sempre meno filiali e meno sportelli aperti al pubblico.  Continua la trasformazione delle banche italiane: nei prossimi tre anni si prevedono altre 3mila chiusure ed i sindacati di categoria lanciano l'allarme. Il Sud Italia dove risulta una forte concentrazione di Filiali appare particolarmente colpito, in Sicilia il malessere è evidenziato dall’Ugl, che denuncia l’abbandono dei piccoli centri e l’indifferenza nei confronti degli anziani. 
“Siamo molto preoccupati per la regione Sicilia – dichiara Giuseppe Messina, Segretario regionale dell’Ugl Sicilia – siamo testimoni di una desertificazione sul territorio degli sportelli bancari, riteniamo la politica dei grandi gruppi bancari di abbandonare la nostra isola chiudendo ed in taluni casi accorpando gli sportelli bancari un gravissimo errore, con ricadute dal punto di vista occupazionale, infatti i grandi gruppi bancari preferiscono assumere nel ricco nord ovest e nord est dell’Italia e non nella nostra regione”. 
“…