Passa ai contenuti principali

FORMAZIONE PROFESSIONALE: RIFORMA L.R. 24/76, INSEDIATO TAVOLO TECNICO

Insediato stamane il “Gruppo tecnico di lavoro” composto dalle OO. SS. e dai tecnici dell’assessorato regionale della istruzione e formazione professionale, Nino Emanuele (Capo di Gabinetto, Tosi (Capo Segreteria Tecnica) Nicoletta D’Angelo (nella funzione di Segretaria).
Al prof. Antonio La Spina il compito di presiedere il Tavolo nella qualità di esperto nominato dall’Assessore regionale per l’istruzione e la formazione professionale.
Ai lavori hanno partecipato l’assessore Centorrino ed il dirigente Generale Patrizia Monterosso i quali hanno introdotto alcuni temi oggetto di confronto per le prossime sedute della Commissione tecnica, soffermandosi sulla necessità avvertita dal mondo del lavoro e dell’istruzione in senso lato di avviare un processo di profondo rinnovamento del sistema regionale della formazione professionale. Allineamento formazione-istruzione a partire dal 1° settembre 2010, razionalizzazione della spesa, riqualificazione del personale, distinzione netta tra Formazione Iniziale che si caratterizzerà come servizio primario ed essenziale al pari di quello scolastico, Formazione Continua che dovrà formare i lavoratori espulsi dal mercato del lavoro, ma occuparsi anche di aggiornamento, riqualificazione e riconversione dei lavoratori (misura diretta anche agli operatori della F.P.) e Formazione in Ambiti Speciali che sarà oggetto di un Piano specifico di intervento diretto a ridurre la dispersione scolastica ed il disagio sociale, a supportare i soggetti in difficoltà di apprendimento, nonché a valorizzare i diversabili; sono alcuni spunti posti da Patrizia Monterosso ai presenti nel corso della sua introduzione ai lavori.
Esprimiamo soddisfazione per l’insediamento del Tavolo Tecnico per la riforma della L.r.24/76 fondato sul principio ispiratore della “Riforma Concertata” - dichiara Giuseppe Messina(nella foto), Responsabile Dipartimento regionale politiche economiche e del lavoro di Ugl Sicilia - compito del Tavolo sarà quello di elaborare i principi ispiratori di un Disegno di Legge di riforma della Legge 24/76 fissando la cornice tecnica dalla quale ridisegnare un modello formativo efficace ed efficiente che garantisca risposte alle istanze provenienti non solo dal mercato del lavoro ma anche da una domanda di educazione in linea con i dettami dell’UE.
La Sicilia - sottolinea Messina – vanta la percentuale più alta di dispersione scolastica d’Italia, dato che sintetizza la estrema necessità di pervenire in tempi brevi ad un corposo documento tecnico che ispiri la nascita di una legge moderna che sappia proporre un’offerta rispondente ai cambiamenti in atto nella società civile siciliana. Cogliamo con favore l’introduzione dei percorsi formativi del settore socio-sanitario all’interno dell’area F.A.S. – conclude Messina – certi come siamo della grande richiesta di percorsi specialistici finalizzati ad affiancarsi al potenziamento dei servizi di assistenza sanitaria domiciliare attivati dal processo di deospedalizzazione introdotto dalla lagge 5 di riforma sanitaria. Già il 29 aprile p.v. il Tavolo Tecnico si riunirà per avirare il confronto.
C’é sintonia con l’Assessore Centorrino sulla condivisione del “principio della concertazione” quale scelta metodologica – dichiara Giovanni Condorelli, Segretario Generale Ugl Sicilia – per l’avvio di un profondo processo di riforma della Formazione Professionale
E’ la naturale prosecuzione di quanto sottoscritto il 29 settembre 2009 con il Presidente della Regione, Raffaele Lombardo. Auspichiamo che, in breve tempo, il Tavolo Tecnico possa elaborare un testo rispondente alle aspettative dei siciliani. In tal senso, faremo la nostra parte per garantire regole certe che valorizzino il sistema nel complesso garantendo al personale prospettive di crescita e salvaguardia all’interno di un moderno modello formativo in linea con il quadro normativo comunitario e nazionale senza disperdere la potestà primaria dello Statuto siciliano in tema di legislazione sulla F.P.

Commenti

Post popolari in questo blog

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…

Banche in Sicilia. Allarme sportelli, per l’Ugl grave errore abbandonare i piccoli centri

In Italia sempre meno filiali e meno sportelli aperti al pubblico.  Continua la trasformazione delle banche italiane: nei prossimi tre anni si prevedono altre 3mila chiusure ed i sindacati di categoria lanciano l'allarme. Il Sud Italia dove risulta una forte concentrazione di Filiali appare particolarmente colpito, in Sicilia il malessere è evidenziato dall’Ugl, che denuncia l’abbandono dei piccoli centri e l’indifferenza nei confronti degli anziani. 
“Siamo molto preoccupati per la regione Sicilia – dichiara Giuseppe Messina, Segretario regionale dell’Ugl Sicilia – siamo testimoni di una desertificazione sul territorio degli sportelli bancari, riteniamo la politica dei grandi gruppi bancari di abbandonare la nostra isola chiudendo ed in taluni casi accorpando gli sportelli bancari un gravissimo errore, con ricadute dal punto di vista occupazionale, infatti i grandi gruppi bancari preferiscono assumere nel ricco nord ovest e nord est dell’Italia e non nella nostra regione”. 
“…