Passa ai contenuti principali

TRIBUTI ITALIA: UGL SICILIA, SODDISFAZIONE PER SOLUZIONE VERTENZA

Giovanni Condorelli
Il Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, e il neo assessore regionale al Lavoro, Andrea Piraino, gia' Presidente ANCI Sicilia, hanno incontrato il Prof. Luca Voglino, Commissario straordinario della società' Tributi Italia spa, da giugno in amministrazione straordinaria secondo Decreto Marzano. All'incontro presente anche Salvatore Cianciolo della Task Force della Regione Sicilia, che ha collaborato a tutte le fasi propedeutiche per l'individuazione di un percorso virtuoso per il superamento delle resistenze al nuovo piano, il cui ruolo lo ha portato ad essere attento conoscitore della situazione di crisi dei lavoratori di questa societa', per i quali la CIGS, iniziata a marzo, sembrava l'anticamera della perdita di lavoro per la via del fallimento della società'. Lombardo e Piraino, coadiuvati da Cianciolo, hanno apprezzato l'impegno di Voglino nel voler recuperare le attività' della società' ed hanno posto come condizione il mantenimento del livello occupazionale con alta professionalità' nell'accertamento dei tributi locali, compresi i circa 50 Co.Co.Pro., per i quali il contratto a progetto significava solo un risparmio dell'azienda su un reale rapporto di lavoro dipendente. Il Commissario Voglino, dopo la riunione tenutasi lo scorso 9 settembre al Ministero dello Sviluppo Economico, ha seriamente tenuto in considerazione le proposte fatte da UGL sulla possibilità' di un progetto che vede la compartecipazione di capitale pubblico e privato per la costituzione di una società' che attraverso il personale specializzato potesse produrre il servizio di accertamento tributi nei comuni, con il conseguente reinserimento a lavoro dei dipendenti. Dopo l'analisi della proposta nata in Sicilia, dall'Ugl terziario, si e' presentato all'appuntamento pronto ad attuare tale idea progetto in tutte le Regioni interessate da commesse con l'azienda. In sintesi il progetto prevede la ricapitalizzazione della società' attraverso strutture bancarie e comuni interessati, dando cosi' vita ad una società' a capitale misto in tutta Italia che riassumera' il personale specializzato, attualmente in CIGS. A tale proposta Cianciolo si e' subito attivato nel consultare la società' partecipata Riscossioni Sicilia Spa, volta alla sola riscossione dei tributi, che ha mostrato interesse al progetto anche se ha chiesto del tempo per poter fare le dovute valutazioni. Ma il progetto necessita del benestare dei Ministeri interessati, pertanto la Regione Sicilia fara' subito richiesta di un tavolo ministeriale per l'assenso della procedura. Intanto pare che nelle altre regioni Equitalia abbia mostrato gia' interesse al progetto. UGL SICILIA - dichiara Giovanni Condorelli, Segretario Generale siciliano - esprime la propria soddisfazione per l'accoglimento della proposta da parte dei principali attori di questa vicenda, soprattutto plaude all'atteggiamento del Governo Siciliano che ha sempre seguito con interesse la vertenza dei circa 120 lavoratori siciliani di Tributi Italia, e che si e' da subito attivato ad espletare le procedure necessarie per la realizzazione del progetto di ricollocamento di essi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sanità. Ugl, su mancata immissione in ruolo fondati i nostri sospetti. Gucciardi intervenga verso chi ha causato questo danno

"Purtroppo, anche questa volta i nostri sospetti si sono rivelati fondati e, come tutte le altre volte, avremmo voluto essere prontamente smentiti. Invece così non è stato!"  E' il commento amaro ed intriso di rabbia quello, in modo unanime, lanciato dal coordinatore nazionale docenza e dirigenza della Ugl università, Raffaele Lanteri e dai segretari regionali di Ugl sanità e Ugl medici, Carmelo Urzì e Aurelio Guglielmino, dopo l'ammissione da parte dell'assessore regionale della salute, Baldo Gucciardi, di refusi ed errori nell'iter che avrebbe dovuto sbloccare entro luglio l'immissione in servizio dei vincitori di concorso in tutta la Regione siciliana.  "Lo avevamo sospettato, nonostante l’apertura mostrata dallo stesso Gucciardi nel corso dell’incontro che abbiamo avuto lo scorso 29 giugno, che ci aveva fatto ben sperare su una positiva evoluzione della situazione - aggiungono i sindacalisti - e come volevasi dimostrare, però, sembra che qualcun…

Forestali: vittoria dell’UGL Sicilia, riconosciuta la mansione superiore di Capo Squadra ai lavoratori A.I.B., la Corte di Appello di Caltanissetta ha confermato la Sentenza emessa dal Giudice del Lavoro di Enna

La Corte di Appello di Caltanissetta ha respinto l’appello proposto dall’Assessorato del Territorio e dall’Assessorato dell’Agricoltura avverso le sentenze emesse dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Enna che avevano riconosciuto la mansione superiore di caposquadra ai lavoratori forestali dell’antincendio boschivo, nominati preposti alla sicurezza. L’affermazione in grado di appello del diritto dei lavoratori forestali, che non ha precedenti, rappresenta il culmine di una battaglia intrapresa dal sindacalista Francesco (nella foto in alto) Arena dell’UGL con l’avvocato Carmelo Sebeto (nella foto in basso)  del foro di Enna. Gli assessorati regionali, nell’anno 2014, avevano provveduto a formare e nominare alcuni lavoratori delle squadre dell’antincendio boschivo preposti alla sicurezza, nonostante la squadra di operai fosse sfornita del caposquadra, conferendo agli stessi enormi oneri e responsabilità ma senza riconoscere, di contro, alcun adeguamento retributivo e professionale. …

Carcere Ucciardone. Ugl, ancora un episodio gravissimo

Ancora un gravissimo episodio esplode all’interno del carcere palermitano Ucciardone. Venerdì 28 luglio, un detenuto straniero, ha per protesta, appiccato il fuoco alla cella, prontamente il personale IN in servizio è intervenuto, ignaro che il detenuto deteneva una bomboletta di gas ( tipo da campeggio), la quale è esplosa ferendo i due agenti accorsi, provocando ustioni varie di primo e secondo grado, intossicando gli stessi, con prognosi di 15 giorni. Il personale si è distinto in modo esemplare a rischio della propria incolumità, apportando tutte le necessarie procedure. Fatti gravissimi che dovrebbero portare ad una riflessione sulla necessità di dotare certi detenuti dalla personalità complessa, a detenere oggetti pericolosi come le bombolette da campeggio normalmente acquistate in carcere. “ Il detenuto in oggetto non è nuovo a simili atteggiamenti, - dichiarano i Segretari Ugl Polizia Penitenziaria Piazza e Mezzatesta,- tant'è che era posto in isolamento”.  “Ch…