Passa ai contenuti principali

FORMAZIONE PROFESSIONALE: INCONTRO CON IL GOVERNO REGIONALE E LE OO.SS. DEI LAVORATORI



In data  9 maggio 2013 presso Palazzo D’Orleans alla presenza del Presidente Crocetta, dell’Assessore Scilabra, della Dirigente Generale Corsello, del consulente tecnico Guarino, del Capo della segreteria particolare dell’Assessore alla Formazione Professionale Balsamo, delle OO. SS. dei lavoratori della Formazione Professionale Unione Lavoratori Liberi Ugl Cgil, Cisl, Uil, , Snals Confsal,, Cobas, Cub si è svolto l’incontro con l’Amministrazione Regionale  Unione Lavoratori Liberi e Ugl hanno presentato la propria piattaforma congiunta di richieste.
Il Presidente Crocetta si è occupato direttamente ed insieme al suo staff dello sblocco dei mandati di pagamento. Ha chiamato personalmente l’ufficio gestione e l’ufficio ragioneria, ordinando lo sblocco immediato dei pagamenti. Superando i tanti intoppi burocratici, è riuscito a far transitare tutti i mandati dall’ufficio gestione all’ufficio ragioneria, ottenendo l’impegno dei funzionari alla conclusione nel breve periodo dell’iter di pagamento. Si è impegnato, per il futuro di snellire le procedure burocratiche e verificare l’impegno degli uffici, poiché gli enti di formazione denunciano procedure di erogazione degli acconti troppo lente e che causano lo scadere del DURC, per ovviare alla problematica l’Amministrazione verificherà se si potrà pagare lo stesso direttamente decurtando la somma dai mandati da erogare.
Per quanto concerne le attività per l’anno formativo 2013/2014, verrà emanato il provvedimento di riedizione e prosecuzione delle attività formative, quindi non dovrebbe esserci alcuna interruzione. La fonte di finanziamento sarà tratta dal Piano Giovani, che dispone di un fondo pari a 286 milioni di euro per le attività formative. Dunque si potranno avviare i corsi a valere sulla linea FORGIO e FAS, escludendo quei corsi che non hanno riscontrato una significativa presenza di allievi e quelli non previsti dalle direttive che intenderanno dare circa i settori da sviluppare. Il Governo Regionale è sicuro che potrà rientrare tutto il personale assunto a tempo indeterminato entro il 31 dicembre 2008, in quanto nella prima annualità dell’Avviso 20/2011 non si è riuscito a spendere tutto l’importo posto a bando. La formalizzazione del nuovo piano formativo verrà ufficializzata la prossima settimana.
Il Governo ha preso l’impegno di pubblicare nel breve periodo l’Albo ad esaurimento del personale della formazione professionale ex art. 14 della legge regionale n. 24 del 6 marzo 1976, aggiornandolo al 31 dicembre 2008 denunciando però l’attività di molti enti di formazione che stanno facendo ostruzionismo alla raccolta delle informazioni del personale.
Inoltre il Governo Regionale si è impegnato ad imporre agli enti di formazione un conto dedicato al personale.
Ancora è stata rappresentato da tutti i soggetti presenti la problematica delle restituzioni delle integrazioni concesse dall’Amministrazione Regionale negli anni passati e contestate dalla Procura della Corte dei Conti. Questa procedura ha cagionato il blocco dei mandati fino al recupero dell’intera somma da restituire, in modo che agli enti di formazione ed ai lavoratori non è arrivato  un centesimo. Si e’ convenuto. di avviare con gli enti di formazione un accordo per la rateizzazione degli importi contestati.
Per quanto concerne i Servizi Formativi la Dirigente Generale Corsello cerchera’ di prorogare il servizio, fino al 31 dicembre 2013. Dal 2014 si istituiranno le cosiddette Agenzie per il Lavoro
Infine il rappresentante dell’Unione Lavoratori Liberi, alla luce delle tante indiscrezioni e tesi sulle procedure di mobilita’ previste dalla circolare 10/94 ha chiesto alla dott.ssa Corsello di chiarire la procedura più idonea, qualora ce ne fosse ancora bisogno, per le mobilità del personale della formazione professionale alla luce della nota n. 27703 del 24 aprile 2013, la stessa ha precisato che le procedure piu di favore per il personale sono quelle previste dalla circ. 10/94, chiedendo alle OO.SS.  di abbandonare le procedure di licenziamento con la 223/91.
Alla luce di questi impegni e dichiarazioni da parte dell’Amministrazione, UNIONE LAVORATORI LIBERI e U.G.L. continuano a ritenere ad oggi superfluo partecipare a manifestazioni (sciopero) che hanno solo il sapore della contrapposizione pretestuosa e dai connotati, forse, politici!
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Sanità. Ugl, su mancata immissione in ruolo fondati i nostri sospetti. Gucciardi intervenga verso chi ha causato questo danno

"Purtroppo, anche questa volta i nostri sospetti si sono rivelati fondati e, come tutte le altre volte, avremmo voluto essere prontamente smentiti. Invece così non è stato!"  E' il commento amaro ed intriso di rabbia quello, in modo unanime, lanciato dal coordinatore nazionale docenza e dirigenza della Ugl università, Raffaele Lanteri e dai segretari regionali di Ugl sanità e Ugl medici, Carmelo Urzì e Aurelio Guglielmino, dopo l'ammissione da parte dell'assessore regionale della salute, Baldo Gucciardi, di refusi ed errori nell'iter che avrebbe dovuto sbloccare entro luglio l'immissione in servizio dei vincitori di concorso in tutta la Regione siciliana.  "Lo avevamo sospettato, nonostante l’apertura mostrata dallo stesso Gucciardi nel corso dell’incontro che abbiamo avuto lo scorso 29 giugno, che ci aveva fatto ben sperare su una positiva evoluzione della situazione - aggiungono i sindacalisti - e come volevasi dimostrare, però, sembra che qualcun…

Forestali: vittoria dell’UGL Sicilia, riconosciuta la mansione superiore di Capo Squadra ai lavoratori A.I.B., la Corte di Appello di Caltanissetta ha confermato la Sentenza emessa dal Giudice del Lavoro di Enna

La Corte di Appello di Caltanissetta ha respinto l’appello proposto dall’Assessorato del Territorio e dall’Assessorato dell’Agricoltura avverso le sentenze emesse dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Enna che avevano riconosciuto la mansione superiore di caposquadra ai lavoratori forestali dell’antincendio boschivo, nominati preposti alla sicurezza. L’affermazione in grado di appello del diritto dei lavoratori forestali, che non ha precedenti, rappresenta il culmine di una battaglia intrapresa dal sindacalista Francesco (nella foto in alto) Arena dell’UGL con l’avvocato Carmelo Sebeto (nella foto in basso)  del foro di Enna. Gli assessorati regionali, nell’anno 2014, avevano provveduto a formare e nominare alcuni lavoratori delle squadre dell’antincendio boschivo preposti alla sicurezza, nonostante la squadra di operai fosse sfornita del caposquadra, conferendo agli stessi enormi oneri e responsabilità ma senza riconoscere, di contro, alcun adeguamento retributivo e professionale. …

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…