Passa ai contenuti principali

COMUNE DI PALERMO : GAMBINO (UGL), “BENE I CONTI DELLE AZIENDE? ALLORA IL COMUNE SBLOCCHI I VINCOLI CHE RINNOVATI DI ANNO IN ANNO TENGONO IMBRIGLIATE LE PARTECIPATE IN ATTIVO”

“Bene i conti delle Aziende? Allora il Comune sblocchi i vincoli che, con la delibera del Commissario Latella, rinnovati di anno in anno tengono imbrigliate le Partecipate in attivo.
Da anni si costringono le Aziende anche le virtuose ad estremi risparmi”.
Questo è quanto di legge in una nota diramata a firma di Margherita Gambino,  Segretario Provinciale Federazione Energia di Palermo,  la quale procede spiegando “in special modo AMAP E AMG, Aziende a grande  vocazione industriale, non hanno potuto adeguare i livelli dei lavoratori che negli anni hanno sostituito dipendenti posti in quiescenza. Tutto ciò ha generato malumori e numerosissimi contenziosi che graveranno sulle casse delle partecipate, per il riconoscimento delle mansioni effettivamente svolte dai dipendenti e non ufficialmente riconosciute.
In ultimo si registrano vari ricorsi presentati in Tribunale  per i quali le Società hanno deciso di andare a transazione, creando così maggiore agitazione nei dipendenti che non possono permettersi di iniziare un contenzioso giudiziario per ottenere quanto dovuto”.
“Insomma - spiega la  Gambino - chi ha soldi e il dirigente compiacente può ottenere il riconoscimento del diritto  chi non ne ha perché dopo quarant’anni di lavoro si ritrova allo stesso punto di partenza e politicamente risulta irrilevante, rimane al palo.
Negli ultimi anni, inoltre, alle suddette Società  sono stati allargati i margini delle competenze, (Costruzioni Industriali è stata incorporata in AMG- Servizio pulizia delle caditoie e pozzetti pluviali ed estensione del Servizio Idrico Integrato nella Provincia di Palermo  per AMAP), caricando i lavoratori storici delle due Società di ulteriori gravami di responsabilità e competenze”.
“A ciò si aggiunga -  stigmatizza la sindacalista  - che in AMAP manca il Direttore Generale  e che essendo una Società per azioni ancorchè a totale capitale pubblico dovrebbe essere individuato tramite concorso ad evidenza pubblica, alla faccia della giustizia sociale”.
“Figura essenziale, - conclude Gambino - nel difficile momento che la Società sta attraversando, che dovrebbe avere i crismi del manager con disponibilità di poteri e movimento a lungo termine e non utilizzare  pro tempore il Dirigente più anziano (seppure capace) come facente funzioni.
Dal giugno 2014 più volte il Sindaco ha ribadito alle OO.SS.  la disponibilità a rimuovere i predetti vincoli una volta avuto contezza della solidità dei bilanci.
 E allora non si temporeggi più! Si dia seguito alle riorganizzazioni !
Diversamente a settembre l’Ugl intraprenderà una serie di proteste a tutela di chi è più debole economicamente e politicamente scoperto!”


Commenti

Post popolari in questo blog

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…

Banche in Sicilia. Allarme sportelli, per l’Ugl grave errore abbandonare i piccoli centri

In Italia sempre meno filiali e meno sportelli aperti al pubblico.  Continua la trasformazione delle banche italiane: nei prossimi tre anni si prevedono altre 3mila chiusure ed i sindacati di categoria lanciano l'allarme. Il Sud Italia dove risulta una forte concentrazione di Filiali appare particolarmente colpito, in Sicilia il malessere è evidenziato dall’Ugl, che denuncia l’abbandono dei piccoli centri e l’indifferenza nei confronti degli anziani. 
“Siamo molto preoccupati per la regione Sicilia – dichiara Giuseppe Messina, Segretario regionale dell’Ugl Sicilia – siamo testimoni di una desertificazione sul territorio degli sportelli bancari, riteniamo la politica dei grandi gruppi bancari di abbandonare la nostra isola chiudendo ed in taluni casi accorpando gli sportelli bancari un gravissimo errore, con ricadute dal punto di vista occupazionale, infatti i grandi gruppi bancari preferiscono assumere nel ricco nord ovest e nord est dell’Italia e non nella nostra regione”. 
“…