Passa ai contenuti principali

LAVORO: ARENA (UGL), CONDIVIDIAMO ISTITUZIONE TASK FORCE REGIONE SICILIA CONTRO IL LAVORO NERO NELLE CAMPAGNE

“Condividiamo l’iniziativa dell’Assessore regionale  all’agricoltura  in Sicilia, Rosaria Barresi,  di una Task Force contro il lavoro nero nelle campagne ed il piano  di affiancare gli agenti forestali agli ispettori incaricati di controllare il territorio, il tutto per verificare che non ci sia un uso di operai che lavorano in nero o sfruttati dal fenomeno del caporalato in agricoltura.
Negli ultimi anni abbiamo notato un aumento di caporali, soprattutto durante le grandi raccolte , ma non è tutto, dalle parole dobbiamo passare ai fatti così come già denunciato dall’Ugl Sicilia contro l’inerzia della politica isolana, dietro alle arance, ai pomodori, all'uva che arrivano sulle nostre tavole, spesso, si nascondono condizioni di semi schiavitù, una guerra tra poveri per una manciata di euro”.
Così Franco Arena, Segretario regionale dell’Ugl Agricoli  Forestali e Pesca in Sicilia, a seguito della morte di Paola Clemente in Puglia, dopo la quale grazie all’Ugl nazionale si sono riaccesi i riflettori sul cono d'ombra che copre uno dei settori più importanti dell'isola, il lavoro invisibile nei campi.
“La Sicilia non è affatto immune dal fenomeno -  spiega Arena -,l’ Ugl vuole anche evidenziare e invitare un più controllo dell’utilizzo dello strumento dei voucher, questo strumento interesserà solo una parte marginale della forza lavoro impegnata nella raccolta dell’uva.
Questo strumento sperimentale, della regolarizzazione del lavoro occasionale e accessorio sia un’attività autonoma, prestata saltuariamente da studenti disoccupati e pensionati in aziende di piccole dimensioni a gestione familiare o in enti senza fini di lucro”.
“Per  i 25 mila circa lavoratori agricoli irregolari impiegati nell'agricoltura dell'Isola, ed anche per i lavoratori agricoli saltuari,   - ricorda Arena - si possono  utilizzare i voucher, in modo da fare emergere i lavoratori dal sommerso e in modo da garantirgli la copertura previdenziale ed assistenziale, diminuendo progressivamente il gravoso costo dei contributi previdenziali e la pressione fiscale (pagare meno ma pagare tutti)”.
“Si devono garantire  a questi lavoratori saltuari – aggiunge  il sindacalista -   le prestazioni di malattia, maternità, disoccupazione e assegni familiari, purtroppo non garantite con questo tipo di voucher. Scopo, dei  voucher infatti  è la semplificazione delle procedure per assumere i lavoratori, che sono retribuiti con dei buoni da cambiare poi in denaro presso gli sportelli postali o tramite Inps card”.
 “Questo può essere un primo passo  - conclude Arena - per permettere l’utilizzo del lavoro occasionale dei lavoratori nel settore agricolo, con la semplificazione dei complicati adempimenti burocratici occorrenti per le assunzioni saltuarie e di breve durata, uno strumento utile per l’emersione del lavoro nero”.



Commenti

Post popolari in questo blog

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…

Banche in Sicilia. Allarme sportelli, per l’Ugl grave errore abbandonare i piccoli centri

In Italia sempre meno filiali e meno sportelli aperti al pubblico.  Continua la trasformazione delle banche italiane: nei prossimi tre anni si prevedono altre 3mila chiusure ed i sindacati di categoria lanciano l'allarme. Il Sud Italia dove risulta una forte concentrazione di Filiali appare particolarmente colpito, in Sicilia il malessere è evidenziato dall’Ugl, che denuncia l’abbandono dei piccoli centri e l’indifferenza nei confronti degli anziani. 
“Siamo molto preoccupati per la regione Sicilia – dichiara Giuseppe Messina, Segretario regionale dell’Ugl Sicilia – siamo testimoni di una desertificazione sul territorio degli sportelli bancari, riteniamo la politica dei grandi gruppi bancari di abbandonare la nostra isola chiudendo ed in taluni casi accorpando gli sportelli bancari un gravissimo errore, con ricadute dal punto di vista occupazionale, infatti i grandi gruppi bancari preferiscono assumere nel ricco nord ovest e nord est dell’Italia e non nella nostra regione”. 
“…