Passa ai contenuti principali

Sanità. Ugl, su mancata immissione in ruolo fondati i nostri sospetti. Gucciardi intervenga verso chi ha causato questo danno

"Purtroppo, anche questa volta i nostri sospetti si sono rivelati fondati e, come tutte le altre volte, avremmo voluto essere prontamente smentiti. Invece così non è stato!" 
E' il commento amaro ed intriso di rabbia quello, in modo unanime, lanciato dal coordinatore nazionale docenza e dirigenza della Ugl università, Raffaele Lanteri e dai segretari regionali di Ugl sanità e Ugl medici, Carmelo Urzì e Aurelio Guglielmino, dopo l'ammissione da parte dell'assessore regionale della salute, Baldo Gucciardi, di refusi ed errori nell'iter che avrebbe dovuto sbloccare entro luglio l'immissione in servizio dei vincitori di concorso in tutta la Regione siciliana. 
"Lo avevamo sospettato, nonostante l’apertura mostrata dallo stesso Gucciardi nel corso dell’incontro che abbiamo avuto lo scorso 29 giugno, che ci aveva fatto ben sperare su una positiva evoluzione della situazione - aggiungono i sindacalisti - e come volevasi dimostrare, però, sembra che qualcuno abbia voluto prontamente metterci su lo zampino per prendere ancora tempo. Non sappiamo infatti - proseguono - se si tratta dell'incapacità di qualche burocrate o di un ritardo 'elettorale', quel che è certo sono i tempi che segnano un gravissimo ritardo, mentre ormai ci troviamo in piena estate e gli ospedali sono ko per mancanza di personale, continuando a rinviare la messa in sicurezza di un sistema che non vende un prodotto ma assicura un diritto sancito dalla costituzione". 
Ci chiediamo e chiediamo a gran voce - sottolineano i responsabili siciliani dell'Ugl - se è mai tollerabile che l’incapacità di qualche burocrate possa mettere in pericolo la salute dei cittadini siciliani perché se un operatore sanitario commette, o anche solo si sospetta possa averlo fatto in assoluta buona fede, un errore su un paziente, la sua faccia e la sua vita finisce sulla stampa, viene sospeso dall’incarico, mentre chi si disinteressa della salute della gente, svolgendo i propri compiti con superficialità ed inadeguatezza, resta nell’ombra ed al proprio posto?" 
"Noi non ci stiamo - concludono Lanteri, Urzì e Guglielmino. Non possiamo assistere inermi al collasso del sistema. E da questo valzer di direttori/commissari, cosa dovremo aspettarci? L’ennesimo ritardo? La gente è preoccupata, le aggressioni continuano, i reparti si svuotano per le ferie. Facciamo ancora una volta un appello all'assessore, a cui chiederemo un nuovo incontro urgente, perchè faccia qualcosa e prenda i dovuti provvedimenti!" 
Sulla vicenda interviene il Segretario regionale dell'Ugl, Giuseppe Messina: "Siamo sconcertati da quanto sta accadendo, manager di chiara nomina politica che tengono sotto scacco l'assessore regionale alla salute e tutto il governo ritardando il completamento delle procedure e politici dietro le nomine dei manager che giocano a nascondino per allungare i tempi, sperando magari di far coincidere lo scorrimento delle graduatorie con le elezioni regionali. Una vergogna tutta siciliana perché la salute viene al primo posto e non è negoziabile per nessuna ragione".

Commenti

Post popolari in questo blog

Smart Working e Telelavoro. Virzì/Loddo (Inail): “La differenza è sostanziale, bisogna prevenire e vigilare"

Pur riconoscendo ad alcune aziende come Enel e UniCredit così come tante altre in questa particolare situazione d’incertezza e confusione, alcune utili ed appropriate modifiche gestionali nei processi aziendali, soprattutto la diffusione del lavoro agile fra i lavoratori, non possiamo fare a meno che rilevare che l’utilizzo del lavoro smart è caldeggiata dal management, soprattutto per due semplici motivazioni economiche, l’aumento della produttività e la riduzione dei costi”. A dichiaralo sono Filippo Virzì e Raffaele Loddo membri componenti del Comitato Consultivo Provinciale Inail di Palermo a rappresentanza dei lavoratori per il sindacato Ugl. “La spinta alla digitalizzazione e all’innovazione tecnologica sarà sempre più forte e necessaria – spiegano i rappresentanti del Comitato Inail – ma attenzione si prefigura una evidente modifica strutturale dello svolgimento dell’attività lavorativa, assimilando la prestazione del dipendente a quella tipica del telelavoro, con tutti i risv…

Rete Antiviolenza Carabinieri di Palermo. Virzì (UGL): “Le donne non saranno più sole e indifese”

“La riteniamo encomiabile l’opera della Benemerita, tramite la  <> , costituita lo scorso 14 novembre, si registra dai dati forniti  dall’Arma, un primo bilancio positivo del suo primo periodo di attività,  nel solo mese di gennaio, sono state arrestate 10 persone e denunciato altre 9 per reati riconducibili a interventi contro la violenza di genere, la condivisione delle esperienze e lo scambio di buone prassi tra i Carabinieri della RACC ha dato infatti ottimi risultati, sia nella fase di ricezione delle denunce, sia in termini di servizio di supporto alle vittime, adottando percorsi di formazione interna ed esterna, a cui i militari coinvolti nel progetto hanno partecipato”. A dichiararlo è il Portavoce dell’Ugl di Palermo, Filippo Virzì. “La nostra organizzazione sindacale  è sempre all’avanguardia nelle sue iniziative sociali  in particolare contro le violenze e le  molestie,  da parte nostra tolleranza zero sui luoghi di lavoro, l’Unione Generale del Lavoro, non a caso ra…

Ugl Sicilia alla seconda edizione della Giornata del Digitale

A Palermo Martedì 15 ottobre presso il Real Albergo delle Povere di Palermo, seconda edizione della Giornata del Digitale 2019 che quest’anno avrà come tema principale “La transazione digitale nella pubblica amministrazione e il partenariato con le imprese”. L’importante incontro sarà occasione di networking tra le pubbliche amministrazioni e le aziende private per il corretto utilizzo delle  tecnologie legate al digitale, la  sburocratizzazione del sistema di relazioni tra pubblico e privato e la maggiore celerità ed efficienza dei servizi per i cittadini. Presente l'Ugl Sicilia con il Segretario regionale Giuseppe Messina,   il Portavoce, Filippo Virzì e Ninni Vitti, Segretario provinciale Palermo Ugl telecomunicazioni.