Passa ai contenuti principali

Formazione professionale. Messina (Ugl), dichiarare lo stato di crisi per riorganizzare il settore

Formazione professionale. Messina (Ugl), dichiarare lo stato di crisi per riorganizzare il settore
“Dall’incontro di ieri è emersa una concreta volontà politica del governo regionale, attraverso l’assessore dell’istruzione, Roberto Lagalla, di restituire a giovani e disoccupati siciliani la prospettiva di partecipare a percorsi formativi per l’inserimento nel mercato del lavoro.  
Dopo quattro anni di buio e mancate occasioni, si parla finalmente un linguaggio diverso nel settore della Formazione professionale”.
A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl, commentando l’esito della riunione promossa dall’assessore regionale dell’istruzione e della Formazione professionale e le Organizzazioni Sindacali. Per l’Ugl presente, oltre al Segretario regionale, il componente della Segreteria siciliana, Eugenio Bartoccelli.
“Il primo impegno assunto dal Governo del presidente Nello Musumeci è quello della ricognizione e aggiornamento dell’albo dei circa 8 mila e 500 operatori della formazione professionale, necessario a individuare in maniera inequivocabile gli aventi diritto e per sezionare lo strumento per categorie di appartenenza: operatori esperti nelle politiche attive del lavoro, docenti in possesso dei requisiti per insegnare nei percorsi formativi IeFp, personale formatore, tecnico e dirigenziale in possesso dei requisiti per la formazione ordinaria.
Il secondo impegno assunto è quello della pubblicazione del bando da circa 110 milioni di euro per avviare le attività formative entro brevissimo tempo e far tornare in classe giovani, disoccupati, ex detenuti, disabili ed gli operatori della formazione professionale.
Terzo impegno quello di utilizzare una parte dei circa 30 milioni di euro per l’esodo anticipato ed incentivato di circa 700 operatori e per il processo di riqualificazione e riconversione di parte del personale.
Altro impegno assunto dall’assessore Lagalla quello di mettere mano alla modifica del sistema di accreditamento degli enti formativi per introdurre meccanismi efficaci di tutela e garanzia degli operatori utilmente inseriti nell’Albo aggiornato”.
“Tutti impegni  - spiega Messina -  che meritano attenzione e sostegno nella misura in cui il personale realmente possa trovare ricollocazione lavorativa e su questo l’Ugl sarà attenta e vigilerà affinchè si concretizzino i propositi in fatti concreti, per evitare di rivedere lo stesso film degli ultimi quattro anni”.
“Chiediamo come Ugl -  conclude il sindacalista -  che il governo regionale si faccia carico di attivarsi presso il governo nazionale per la dichiarazione dello stato di crisi del settore della formazione professionale ed attivare, in tal modo, tutti gli strumenti normativi previsti per gli istituti di sostegno al reddito e per la fuoriuscita agevolata e incentivata”.





Commenti

Post popolari in questo blog

Forestali: vittoria dell’UGL Sicilia, riconosciuta la mansione superiore di Capo Squadra ai lavoratori A.I.B., la Corte di Appello di Caltanissetta ha confermato la Sentenza emessa dal Giudice del Lavoro di Enna

La Corte di Appello di Caltanissetta ha respinto l’appello proposto dall’Assessorato del Territorio e dall’Assessorato dell’Agricoltura avverso le sentenze emesse dal Giudice del Lavoro del Tribunale di Enna che avevano riconosciuto la mansione superiore di caposquadra ai lavoratori forestali dell’antincendio boschivo, nominati preposti alla sicurezza. L’affermazione in grado di appello del diritto dei lavoratori forestali, che non ha precedenti, rappresenta il culmine di una battaglia intrapresa dal sindacalista Francesco (nella foto in alto) Arena dell’UGL con l’avvocato Carmelo Sebeto (nella foto in basso)  del foro di Enna. Gli assessorati regionali, nell’anno 2014, avevano provveduto a formare e nominare alcuni lavoratori delle squadre dell’antincendio boschivo preposti alla sicurezza, nonostante la squadra di operai fosse sfornita del caposquadra, conferendo agli stessi enormi oneri e responsabilità ma senza riconoscere, di contro, alcun adeguamento retributivo e professionale. …

Pesca. Messina (Ugl), pronta riforma del settore. Apprezzamento del sindacato

"Apprezziamo la presentazione del disegno di legge di riforma del settore della pesca professionale. Il Governo Musumeci ha dato un segnale forte ed inequivocabile ai pescatori ed alle imprese di pesca, dopo dieci anni di disinteresse della politica nel settore, a conferma del Buon lavoro in pochi mesi svolto dall'Assessore Bandiera, uomo sensibile e e vocato all'ascolto, a differenza di altri della giunta regionale ancora poco sensibili a questa antica e preziosa arte della politica e del dirigente generale Cartabellotta". A dichiararlo Giuseppe Messina, Segretario regionale Ugl Sicilia a margine della seduta della Commissione Consultiva regionale della Pesca che si è tenuta ieri pomeriggio presso la Sala Alessi a Palazzo D'Orleans, sede del governo della Regione Siciliana, alla presenza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, degli assessori dell'Agricoltura, Edy Bandiera, del Territorio e Ambiente, Totò Cordaro e dei dirigenti generali all…

Eletto Franco Fasola alla guida dell'UGL di Palermo

Cambio di testimone alla guida dell’UGL - Unione Territoriale del Lavoro di Palermo. Alla presenza di numerosissimi ospiti del mondo della politica, sindacale e sociale, i delegati partecipanti al IV congresso, che si è celebrato a Palermo sabato 29 settembre 2018, presso l’Hotel Federico II, in Via Principe di Granatelli n° 60, hanno eletto Franco Fasola, nuovo Segretario provinciale dell’UGL di Palermo. Fasola già Commissario dell’UGL di Trapani prende il posto dell’uscente Commissario, Giuseppe Messina, attuale Segretario regionale in Sicilia dell’Ugl. Il tema del congresso è stato: “La Dignità è la forza del lavoro” – Ricostruiamo Palermo dalla Cultura. Presenti il Segretario Generale dell’UGL, Francesco Paolo Capone, e il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli. Fra i numerosi ospiti, hanno anche partecipato l’Assessore regionale all’istruzione e alla Formazione, Roberto Lagalla, l’Assessore regionale al Territorio e Ambiente, Toto Cordaro e l’A…