Passa ai contenuti principali

Post

4U Servizi. Ugl telecomunicazioni, appello al Prefetto, salviamo i 58 lavoratori licenziati

I 58 lavoratori del call center 4U Servizi di Palermo sul lastrico, dopo essere stati licenziati lo scorso mese di giugno.  “I lavoratori ancora oggi non hanno ricevuto tutte le competenze di fine rapporto – denuncia l’Ugl telecomunicazioni - e si trovano senza alcuna prospettiva occupazionale, abbandonati da tutti ”. Il v.ce Prefetto dott.ssa Maria Baratta, ha ricevuto una delegazione della UGL telecomunicazioni, dopo un presidio di protesta con un gruppo di lavoratori.  La delegazione sindacale Ugl ha chiesto al Prefetto di interessare la Regione Siciliana per verificare se sui piani di digitalizzazione del territorio regionale, per la cui realizzazione dell’intero progetto sono previsti investimenti pubblici per 440 milioni di euro, vi sia la possibilità di ricollocare questi lavoratori presso le aziende appaltatrici. 
Post recenti

Riscossione Sicilia. Finalmente tutti i sindacati uniti a tutela dei 700 lavoratori del comparto

Si è tenuta a Palermo quest’oggi presso la sala riunioni della FABI del capoluogo regionale, una riunione programmatica dei sindacati di categoria di Riscossione Sicilia, FABI, FISAC CGIL, FIRST CISL, UILCA, UGL credito e UNISIN.“Si è raggiunta una condivisione di intenti unitaria, su importanti punti strategici per il futuro dei 700 lavoratori di Riscossione Sicilia. E’ stato definito il primo obiettivo strategico, che consiste nell’applicazione della legge 16 del 2017, che prevede il passaggio delle funzioni e del personale di Riscossione Sicilia all’ente nazionale Agenzie dell’Entrate-Riscossione(AdER), pertanto le Organizzazioni sindacali sono impegnate comunque, a salvaguardare e difendere i livelli occupazionali e contrattuali, senza soluzione di continuità”. Questo è quanto è stato dichiarato da FABI, FISAC CGIL, FIRST CISL, UILCA, UGL credito e UNISIN. “L’Attivo dei quadri sindacali, – dichiarano tutti i sindacati di Riscossione Sicilia – si è dato mandato unitario di perorar…

4U Servizi. A Palermo Sit in di protesta dell’UGL telecomunicazioni per licenziamenti

E’ in programma per lunedì 15 ottobre 2018, un sit-in di protesta dei lavoratori della 4U Servizi davanti la Prefettura di Palermo in via Cavour a partire dalle ore 10,00, per manifestare contro i 58 licenziamenti dei lavoratori del call center di Palermo.  I 58 lavoratori erano stati posti da giugno 2017 in cassa integrazione in deroga per i call center, con autorizzazione dal Ministero del Lavoro, per la durata di un anno fino a giugno Al termine del periodo di cassa integrazione, l’azienda ha aperto le procedure di licenziamento.  E’ quanto viene reso noto da una comunicazione dell’UGL Telecomunicazioni di Palermo.  “La 4U Servizi - spiega Antonio Vitti, Segretario provinciale dell’Ugl telecomunicazioni di Palermo- nonostante le proposte del Sindacato di agire con più strumenti quali la formazione, un nuovo ammortizzatore sociale ed esodi incentivati, per poter avere così il tempo di una ricollocazione dei 58 lavoratori e scongiurare i licenziamenti, oltretutto con un …

Inps Sicilia. Messina (UGL): “Chiediamo un cambio di marcia, ed un nuovo approccio culturale da parte dei vertici”

“L’Inps Sicilia è tra le prime regioni a livello nazionale per produttività nonostante la carenza di personale e lo spauracchio della quota 100 che, se introdotta dal governo nazionale, potrebbe incidere con circa quattrocento pensionamenti su oltre 2000 dipendenti, mettendo in ginocchio l’erogazione delle prestazioni previdenziali ed assistenziali se non si corre ai ripari con il completamento delle procedure concorsuali e con la mobilità”.  A dichiararlo è Giuseppe Messina, Segretario Regionale Ugl, a margine dell’incontro, cordiale e proficuo, promosso dal Presidente del Comitato regionale Inps, Girolamo Binaggia, alla presenza del Direttore Regionale dell’Istituto di previdenza, Sergio Saltalamacchia e dei Segretari Generali di Cgil, Cisl e Uil.  L’Ugl è stata rappresentata, oltre che da Segretario dell’Url, da Vita Fiorino della Segreteria regionale Sicilia e Componente del Comitato provinciale Inps di Palermo.  “La scommessa sull’erogazione del Reddito di Inclusione (REI), Sic…

Ugl università. Il catanese Raffaele Lanteri nominato Segretario nazionale

Il catanese Raffaele Lanteri è il nuovo segretario nazionale della federazione Ugl università. Per il cinquantenne medico chirurgo oncologico all’ospedale “Policlinico”, con svariate esperienze come docente all’Università di Catania, si tratta di una promozione nell’ambito del comparto sindacale universitario, essendo stato coordinatore nazionale del settore docenza e dirigenza, che giunge dopo la nomina a segretario regionale della Ugl medici Sicilia. “Desidero rivolgere un sincero grazie al segretario nazionale Francesco Paolo Capone per la fiducia accordatami. E’ un onore poter rappresentare una categoria così importante dove, purtroppo, oggi si registrano ancora numerose criticità. Dal mancato reclutamento di docenti e ricercatori, che ha comportato l’impoverimento del sistema universitario, sino alle modalità di accesso ai corsi di laurea che da numero programmato sono diventati di fatto un numero chiuso. Non posso non ricordare che un paese senza cultura è un paese che muore – …

Fincantieri. Fasola (UGL): “più risorse al cantiere palermitano, bene governo siciliano”

“Apprendiamo con soddisfazione da parte dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture Turano, che il governo Regionale ha individuato e liberato le risorse necessarie per ampliare e riqualificare i bacini di carenaggio dei cantieri navali di Palermo, e che voglia mettere in campo una strategia vincente che porti il cantiere palermitano ad essere nuovamente competitivo sul mercato”.  A dichiararlo è il Segretario dell’UGL di Palermo, Franco Fasola.  Questo è quanto emerso dall’incontro di mercoledì 10 ottobre 2018, in assessorato con le OO.SS. Confederali, dove l’UGL era rappresentata dal Segretario provinciale dei Metalmeccanici, Antonino Musso e la RSU di Fincantieri Palermo, Lorenzo Giordano.  “Ma noi come Ugl aspettiamo di sapere , - speiga Fasola - come si intendano effettivamente valorizzare i bacini di carenaggio di Palermo, e quale sarà il piano industriale di Fincantieri nel prossimo futuro”.  “Non bisogna dimenticare - aggiunge - che il più grande complesso cantieristico nava…

Riscossione Sicilia. Dall’UGL basta divisioni sindacali

“L’unitarietà del tavolo unico dei sindacati di categoria è fondamentale per affrontare il futuro dei 700 lavoratori di Riscossione Sicilia”.  E’ quanto dichiara Giuseppe Messina Segretario regionale UGL, intervenendo sulla vertenza Riscossione Sicilia SPA dopo aver condiviso la scelta con Francesco Barillà Coordinatore regionale del Comparto Esattoriale UGL nella partecipata regionale.  “Auspichiamo - dichiarano - che il Governo regionale indichi i tempi del percorso volto a porre in liquidazione la Società entro la fine del 2018, impegnandosi ad avviare in tempi stretti il calendario degli incontri Stato-Regione, così come previsto dall’art. 28 della L.R. 16/17 e dia comunicazione ai Sindacati circa la stipula della convenzione con il Ministero dell’Economia”.  “Come UGL - concludono i sindacalisti - riteniamo indifferibile dotare la Partecipata di una Governace politica, per avviare l’efficientamento aziendale del servizio e presentare entro la fine dell’anno il modello gesti…