Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2014

SICILIA : VIRZI’ (UGL CREDITO), “IL 4 GIUGNO SAREMO IN PIAZZA A PALERMO PER CHIEDERE GARANZIE E STABILITA’ PER IL LAVORO DEI SICILIANI”

“Ci faremo portavoce del  grande malessere sociale  della comunità siciliana,   protesteremo   con forza a Palermo il 4 giugno,  con un manifestazione regionale multisettoriale, che vedrà la nostra organizzazione sindacale, in prima linea con i lavoratori ed i cittadini offesi e calpestati dall’immobilismo delle istituzioni ed in particolare dall’indifferenza del Governo Crocetta”.
Lo dichiara in una nota Filippo Virzì, per la Segreteria Regionale dell’Ugl Credito Sicilia, concludendo,  “la gente è esasperata, nessun settore lavorativo è immune da tale crisi, mai come adesso abbiamo vissuto uno stato sociale così compromesso ed incerto, tutti i comparti saranno insieme a Piazza Marina, dove ci sarà il nostro concentramento alle ore 9,00, con successivo  corteo  che si snoderà alla volta di Palazzo d’Orleans, reclamando garanzie e  stabilità nel lavoro,  per una qualità della vita degna di essere definita tale. ” (v.c.)

SICILIA: DANIELE RUISI (UGL TELECOMUNICAZIONI), “ LA POLITICA CHE NON C’È, ECCO IL PERCHE’ DELLA NOSTRA MANIFESTAZIONE DEL 4 GIUGNO”

“Giorni e giorni di incontri e tavoli che non hanno portato a nulla, attenzioni e rimandi che si spostano da Palermo a Roma, ma ancor oggi migliaia di  lavoratori in Sicilia sono a forte rischio occupazionale, molto dovuto al problema della delocalizzazione, del quale oggi sembra che interessi a noi addetti ai lavori, nessuno si preoccupa da chi e come vengono gestiti i dati sensibili. Le leggi ci sono, applichiamole! Regolamentiamo il settore”. A dichiararlo è Daniele Ruisi, Segretario Regionale in Sicilia dell’Ugl Telecomunicazioni, che aggiunge “c’è necessità di chiarezza, c’è necessità di attenzione, basta con i rimandi, speravamo, utopisticamente, di avere tutta la politica siciliana al nostro fianco, abbiamo trovato solo bravi oratori, attori temporanei, più concentrati sul loro futuro politico che sui problemi per i quali sono chiamati a rispondere, e pochi e dico pochi,  politici ed assessori realmente interessati e preoccupati, che in qualche modo hanno provato a darci una ris…

SICILIA: MONACO (UGL SICILIA), “LA MONTAGNA HA PARTORITO UN TOPOLINO”

“La manovrina del Presidente Crocetta assicura stipendi migliaia di lavoratori collegati alla regione fino a luglio, per l'Eas stipendi lontani, le risorse già  risucchiate dai creditori, cosichè i comuni di Favignana e San Vito Lo Capo  rischiano di rimanere senz'acqua,  ai precari dei comuni arrivano gli stipendi, ma  la stabilizzazione e' lontana”. Lo dichiara in una nota Giuseppe Monaco, Segretario Generale dell’Ugl Sicilia, e aggiunge “tirare a campare; questo il 'modus vivendi' del governo siciliano presieduto da Crocetta, che nell'improvvisazione trova la sua sopravvivenza, le esortazioni a lasciare ad altri l'amministrazione della cosa pubblica giungono ormai da più parti, un immobilismo che non trova giustificazioni”.  “Ma è lo stesso Ministro del Rio  - aggiunge Monaco - che ci da il segnale dell'inadeguatezza del governatore all'incarico rivestito segnalando in una garbate ed intransigente lettera la necessità di  un'accelerazione sull…

UGL FNA IN PIAZZA A PALERMO IL 4 GIUGNO, CONTRO LE INGIUSTIZIE DEL GOVERNO CROCETTA, ANCHE A TUTELA DEI LAVORATORI RESAIS

In prossimità della manifestazione generale a Palermo del 04 giugno 2014 dell’Ugl siciliana,  contro l’inefficienza del Governo Regionale, si legge in una nota della Segreteria Provinciale di Caltanissetta dell’Ugl Federazione Nazionale delle Autonomie, con particolare riferimento ai dipendenti della Soc. RESAIS, si chiede con forza al Governo Regionale le motivazioni per le quali la Società RESAIS sia stata estrapolata dai trasferimenti afferenti al Bilancio regionale ed inserita nel tempo in un contesto diverso da tale fattispecie, riconducibile ad un criterio, inappropriato e ciò anche in deroga al principio sancito dalla Legge Reg.le n. 5 del 20/01/1999 (art. 2), che per opportuna considerazione va così ricordato “sono trasferite al patrimonio della Regione le partecipazioni azionarie non suscettibili di dismissione, ivi comprese quelle della RESAIS S.p.A. I diritti corporativi inerenti le azioni trasferite alla Regione sono esercitate dall'Assessore Regionale per l'Indust…

FORMAZIONE PROFESSIONALE SICILIA, UGL: “CHIEDIAMO VERA RIFORMA DEL SETTORE”

Il Governo Siciliano vuole riformare il settore della Formazione Professionale per via amministrativa, del resto come l’esecutivo di Raffaele Lombardo, entrambi nel segno della continuità,  ma senza sottoporre “il tutto” all’ARS.
Sembra quasi che vogliano modificare o a proprio  piacimento le regole del sistema formativo. Il Governatore della Sicilia si appresterebbe a donare agli addetti ai lavori, ma anche ad alunni e famiglie,  una nuova Formazione professionale che più che un’innovazione, sembra un ritorno al passato. Giudichiamo tale metodo piuttosto  autoreferenziale, un modo di voler procedere a colpi di atti amministrativi,  con ulteriori sacrifici in capo ad enti e lavoratori e con la prevedibile conseguenza dell’azzeramento  della qualità dell’offerta formativa per gli allievi. Il Presidente della Regione, Rosario Crocetta, allora, in cosa sarebbe diverso dai suoi predecessori ? A onor del vero ci sentiamo di affermare che tali differenze non esistono, poichè le assunzioni pre e…

PALERMO: SENZA STIPENDIO DA 3 MESI, LAVORATORI EX APS IN ASSEMBLEA PERMANENTE

Palermo, 27 mag. - (Adnkronos) - Assemblea permanente, a partire da oggi, dei lavoratori del servizio idrico integrato Palermo 1 (ex Aps). La mobilitazione, che si terrà in tutte le sedi aziendali, è stata indetta da Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, Ugl-Chimici, Cisal-Energia, rappresentati dai segretari provinciali Francesco Lannino, Giovanni Musso, Maurizio Terrani, Margherita Gambino, Raffaele Loddo. I sindacati, dopo il confronto di ieri Prefettura, denunciano "l'assenza totale" di risorse per garantire "i livelli minimi del servizio" e la mancanza dei dispositivi di sicurezza individuali per consentire ai dipendenti di "operare nel rispetto delle leggi sulla sicurezza". "C'è ancora un quadro ancora molto incerto sulla reale possibilità del subentro di Onda Energia, sulle condizioni di passaggio dei lavoratori, sulle coperture finanziarie essenziali per garantire nell'immediato la continuità della prosecuzione del servizio idrico…

FORMAZIONE PROFESSIONALE SICILA. UGL CHIEDE CHIAREZZA SU PROCESSO CESSIONE CEFOP

"Sul procedimento di cessione del Cefop al Cerf c’e’ bisogno di maggiore chiarezza perche’ altrimenti a farne le spese saranno solo i lavoratori". Lo dichiara Annamaria Magro della segreteria regionale dell’Ugl Scuola Sicilia, al termine della riunione che si e’ tenuta oggi presso il Ministero dello Sviluppo Economico con le organizzazioni sindacali e i commissari dell’Ente. "Durante la riunione – spiega – abbiamo ribadito la necessita’ che tutti coloro che hanno partecipato alle attivita’ formative presso il Cefop possano sostenere gli esami finali e, soprattutto, che si individuino al piu’ presto gli Enti con analoghe attivita’ formative per portare a termine le prove di esame". "Abbiamo inoltre evidenziato – conclude – l’assenza di un tempestivo intervento da parte della Regione Sicilia che ha causato, almeno in parte, il blocco della procedura di acquisizione del Cefop da parte del Cerf, mettendo a serio rischio oltre 400 posti di lavoro a tempo indeterminato…

LAVORO: UGL SICILIA , “DELOCALIZZARE E’ TRADIRE L’ITALIA , IL 4 GIUGNO GRANDI MANOVRE A TUTELA DEL LAVORO”

Delocalizzare è  “tradire l’Italia” è  lo slogan che ormai da anni contraddistingue le rivendicazione dell’Ugl Telecomunicazioni in Sicilia si legge in una nota del sindacato.“La convenienza economica è il motore principale che spinge i call center a guardare fuori dall’Italia – dichiara Daniele Ruisi, Segretario Regionale in Sicilia dell’Ugl Telecomunicazioni, il costo del lavoro e una burocrazia asfissiante le cause principali, ma anche gli scarsi incentivi che gli apparati istituzionali non rendono disponibili ad aziende che rimarrebbero di buon grado in Italia".“Se in Sicilia un’impresa come Almaviva, azienda leader nel mercato dei call center, ha creato un indotto lavorativo che vanta oltre cinquemilacinquecento posti di lavoro  - spiega  Ruisi - è pur vero che questo Governo Regionale si dovra’ interrogare sull’ipotesi di fornire qualche convenienza a restare nell’isola.Dovrà chiedersi quanto PIL lascia alla Sicilia un’azienda di questo tipo, e quante tasse pagherebbe se tr…

REGIONE SICILIA: MONACO (UGL SICILIA), “MANOVRA FINANZIARIA AL PALO, STIPENDI BLOCCATI, IL GOVERNATORE CROCETTA NE TRAGGA LE LOGICHE CONSEGUENZE, L’UGL SCENDE IN PIAZZA”

“Mentre il Governatore si affanna in una improbabile campagna elettorale i lavoratori delle aziende partecipate e comunque collegate  alle erogazioni  della Regione Siciliana aspettano ormai da mesi i loro salari - ha dichiarato Giuseppe Monaco, Segretario Generale dell’Ugl Sicilia,  - il quale denuncia che   “i lavoratori sono al collasso prigionieri di una incapacità amministrativa di questo governo che lascerebbe  spazio solo ad ovvie quanto logiche conclusioni”.  “Far saltare stipendi a 26.000 forestali, ai dipendenti degli Enti di formazioni,al Ciapi, all’ Eas, Esa, Ersu, Irsap  - spiega Monaco -  è solo la punta di un icerberg, poichè l’immobilismo di cui è vittima ed artefice Rosario Crocetta rendono debole la sua persona, e con lui la Sicilia e tutti i lavoratori rendendo di fatto impossibile ogni ipotesi di rilancio e sviluppo dell’isola, ad esempio programmando con dovuta puntualità le opportunità che i fondi europei consentono”. I fondi destinati ai comuni e poi naufragati…

EMERGENZA RIFIUTI: GIBILISCO (UGL), “ANCORA PROBLEMI CON LE SRR “

“Non decolla l’accordo firmato il 7 agosto 2013,ancora tanti nodi da sciogliere da parte della Regione e Comuni”, abbiamo avviati una serie d’incontri con l’Assessorato regionale all’Energia, Nicolò Marino – dichiara il Segretario Regionale Igiene Ambientale UGL Sicilia Gibilisco, - vogliamo offrire un contributo su alcune spinose emergenze che affliggono i comuni siciliani. In questo modo, chiediamo di conoscere meglio le nuove strategie di azione del governo regionale con l’obiettivo di renderne partecipi gli enti locali. Le Srr non riescono ad andare avanti, problematiche, legate alla costituzione delle nuove società di rifiuti”. “Avere fatto scivolare al 30 settembre 2014 il termine ultimo - approfondisce Gibilisco -  per fare iniziare le attività alle nuove società di rifiuti e fare proroga su proroga provocando ulteriore danno finanziario a quello creato dagli Ato rifiuti in tutta la Sicilia per cui è necessario che vi sia una svolta, di cui noi crediamo poco con il cambio del…

FORMAZIONE: I SINDACATI ESPRIMONO FORTE PREOCCUPAZIONE PER IL TENTATIVO DI PRECARIZZAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEGLI OPERATORI

Rispetto all’esito dell’incontro con il Governo,  avvenuto dopo  12 ore di attesa, circa le problematiche inerenti il settore della formazione professionale in Sicilia,  le OO.SS:  Ugl Scuola Sicilia, Cobas F.P., A.Si.L.Fo.P., CUB scuola, Irriducibili della F.P. USLAL, esprimono forte preoccupazione per il tentativo di precarizzazione del rapporto di lavoro degli operatori  della Formazione, richiamano al rispetto del CCNL,  della legge 24/76 e delle leggi vigenti che regolano il comparto in difesa delle garanzie occupazionali. Valutando negativamente quanto comunicatoci dai due Assessori, Bruno e Scilabra, rispettivamente Assessore al Lavoro e  Assessore alla formazione, le OO.SS chiedono un’incontro col Presidente Crocetta per la riapertura di un tavolo trattante per le problematiche dell’intero settore della Formazione. Riteniamo non più ulteriormente rinviabile la riforma del settore per rilanciare il sistema, garantendo ai giovani un servizio formativo di qualità e agli operatori d…

CCNL BANCARI: VIRZI' (UGL CREDITO), “A PALERMO ACCESA ASSEMBLEA CITTADINA PER L’APPROVAZIONE DELLA PIATTAFORMA RIVENDICATIVA”

“In data 12 maggio, a Palermo si è tenuta un’accesaè partecipata assemblea cittadina per l’approvazione della piattaforma rivendicativa dei lavoratori del credito” ha dichiarato Filippo Virzì, Segretario Provinciale dell’Ugl Credito di Palermo, dal blog della Federazione cittadina http://uglcreditopalermo.blogspot.it/, “la stessa assemblea - conclude Virzì - organizzata unitariamentedai sindacati Dircredito,   Fabi, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Sinfub, Ugl Credito e Uilca Uil,  ha visto la presenza delle segreteria nazionali,  a testimonianza della delicatezza del momento e del forte malessere della base, in particolare della piazza di Palermo, infatti gli interventi sono stati proattivi e sentiti, preliminari all’approvazione della piattaforma, la quale è avvenuta all’unanimità, segno del fatto che le lavoratrici e i lavoratori, continuano a credere sempre nel sindacato,  quale unico strumento a tutela di una categoria, quella dei bancari,   che rischia di venire smantellata e destrutturat…

NAUFRAGIO NEL CANALE DI SICILIA, MONACO E VIRZI’(UGL SICILIA): “LA SOLIDARIETA’ NON BASTA , SERVONO INTERVENTI RISOLUTIVI”

La  mancanza di cooperazione  in Europa e l’immobilismo in Italia nell’affrontare una volta e per tutte l’immigrazione clandestina,  sta generando solo stragi del mare” . Questo è quanto dichiarato da  Giuseppe Monaco, Segretario Generale dell’Ugl Sicilia e da  Filippo Virzì , Coordinatore Regionale del Sei Ugl Sicilia, il Sindacato degli Emigrati e Immigrati ,  i quali hanno aggiunto, “quanto sta accadendo tra la Libia e Lampedusa è l’ennesima tragedia annunciata, sono previsti nei prossimi mesi flussi consistenti di profughi provenienti dalla Libia, che si discuta al prossimo Consiglio Europeo in via prioritaria il fenomeno dell’immigrazione, pertanto i nostri politici interessati  all’imminente competizione  elettorale  per  le europee, prendano un impegno serio e concreto al cospetto degli elettori,  per affrontare la questione immigrati,   il nostro paese ed in particolare la Sicilia,  non sono  più in grado di potere garantire una degna accoglienza umanitaria”.(v.c.)

“EVASIONE A PALERMO, MORETTI (UGL) : “PROVA FLOP VIGILANZA DINAMICA”

“L’evasione dell’ergastolano dal carcere di Palermo è la chiara dimostrazione, come denunciamo da tempo, che la tanto decantata vigilanza dinamica altro non è che un progetto fallimentare”. Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, Giuseppe Moretti, spiegando che “la cronica carenza di personale e l’assenza di adeguati sistemi di sicurezza e sorveglianza a controllo delle mura di cinta e delle sezioni detentive in luogo degli agenti, rendono l’episodio odierno, avvenuto in una delle strutture più sicure del Paese, un caso tutt’altro che isolato. E, purtroppo, a nulla sono valse finora le segnalazioni fatte dalla nostra Organizzazione circa l’impossibilità di garantire finanche i servizi minimi di sicurezza”. “Solo qualche settimana fa – prosegue il sindacalista - proprio davanti alla Prefettura di Palermo, si è tenuta una manifestazione di protesta unitaria per ricusare il progetto di apertura di un nuovo padiglione nella casa circondariale Pagliarelli senza un…

IMMIGRAZIONE IN SICILIA : MONACO E VIRZI’ (UGL), "URGE VERO E SERIO NEGOZIATO UE"

E' giunta nel porto di Trapani la  nave della Marina militare con a bordo 887 profughi soccorsi a Sud di Lampedusa.Tra gli extracomunitari tratti in salvoci sono anche 191 minori. Nel trapanese i centri d'accoglienza  sono saturi e il prefetto Calogero Falco  ha annunciato chechiederà al governo nazionale il trasferimento dei migranti inaltri centri. Sull’ennesimo sbarco sono intervenutiGiuseppe Monaco, Segretario Generale dell’Ugl Sicilia e  Filippo Virzì, Coordinatore Regionale in Sicilia del Sei Ugl , il sindacato degli emigrati Immigrati, spiegando,  "è  più' che mai necessario considerato pure  che i centri d’accoglienza sono al collasso a seguito dei recenti sbarchi nelle coste siciliane, che sia apra un  serio negoziato fra Unione Europa, i paesi di origine dei migranti  e quelli di probabile approdo,  al fine di  un'azione sinergica indispensabile per porre un freno alle fughe disperate ed il ripetersi di tragedie a cui  stiamo  ripetutamente da tempo assis…

MARINA MILITARE CATANIA: UGL, 59 TRA CONTABILI DESTINATI A LAVARE PAVIMENTI

(AGENPARL) – Palemo, 05 mag – La Marina Militare della Sicilia taglia i fondi per le pulizie e, la Stazione Elicotteri di Catania, subito mette penna in carta e comanda a 59 dipendenti civili, tra contabili, elettricisti e addetti alle mense che il loro compito sarà anche quello di lavare i pavimenti, spolverare mobili e pulire davanzali e finestre. Non ci sta la Ugl-Intesa che, attraverso il proprio rappresentante Provinciale, Rosario Crisci, invia una lettera di diffida ai vertici della Marina Militare. Si tratta di sfruttamento, ovvero lavorare il doppio e per compiti non previsti dal contratto di lavoro. Ciò – continua Crisci – oltre a distogliere i lavoratori dai propri compiti contrattuali, arreca un indebito vantaggio patrimoniale all’amministrazione della Difesa. Senza contare le “ignote” responsabilità per eventuali danni causati all’utilizzo di materiali chimici Il sindacato chiede la revoca del provvedimento entro le 24 ore e la contestuale convocazione delle organizzazioni…

SIRACUSA, GALIOTO: “RENZI NON DIMENTICHI PROMESSE FATTE A TERRITORIO”

Sono passati due mesi dall’incontro del 5 marzo a Siracusa con il premier Matteo Renzi e più di uno dall’invio della mail, come da lui stesso suggerito, contenente i temi che interessano il nostro territorio e che necessitano di un serio approfondimento da parte dei dicasteri competenti ma, ad oggi, non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta”. E’ quanto segnala in una nota il segretario provinciale dell’Ugl Siracusa, Antonio Galioto, ricordando anche al Presidente del Consiglio che “l’uso della posta elettronica era stato da lui stesso proposto in sostituzione dei tavoli di confronto proprio per avere comunicazioni più semplici ed immediate e contrastare quindi le lungaggini burocratiche che spesso fanno arenare i progetti. Ci chiediamo perciò – continua il sindacalista – che cosa non ha funzionato e perché ancora non abbiamo ricevuto alcun riscontro ai nostri reclami”. “Non vorremmo – precisa Galioto – trovarci di fronte ai soliti slogan ed alle consuete promesse lanciate al vento o, …

DELOCALIZZAZIONE: RUISI (UGL SICILIA), GIORNO 4 GIUGNO DOPPIA MANIFESTAZIONE

L’Ugl Telecomunicazioni ritorna sul delicatissimo fenomeno della delocalizzazione in Italia, anticipando per voce del suo Segretario Regionalein Sicilia, Daniele Ruisi, una prossima doppia manifestazione nazionale su Roma, ma in particolare a Palermo, in data 4 giugno. Per  Ruisi “visto  il grande problema della delocalizzazione che ormai da anni colpisce il mondo delle telecomunicazioni, per il quale ormai troppe aziende sono al tracollo, e che ha visto l’Ugl  sempre in  prima linea per contrastare tale fenomeno, abbiamo organizzato  per giorno04 giugno, al fine di dar  forza alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma, ma sopratutto per dare l'opportunità a tutti coloro che non possono partecipare all’iniziativa,  una manifestazione a carattere regionale sugli stessi temi,  con raduno da Palermo in Piazza Marina ed inizio alle ore09,00”.

PRIMO MAGGIO A CUSTONACI , MONACO (UGL SICILIA), BISOGNA FARE DI PIU’

L’Ugl  siciliana ha partecipatoil primo di maggio alla commemorazione dei caduti sul lavoro nel bacino Marmifero di Custonaci. Una omelia appassionata quella di padre Giuseppe alla chiesa S.Giuseppe dello Sperone a Custonaci. Momenti di vera commozione per i sindacalisti intervenuti, ma anche per tutta la cittadinanza. Deposta una corona di allora al monumento dei Caduti sul lavoro alla presenza del sindaco di Custonaci, Giuseppe Bica e delle autorità locali.
“Il tema degli infortuni sul lavoro nonostante tutti gli sforzi normativi e la diminuzione delle ore lavorate nel suo complesso rimane una piaga sociale ancora oggi di tutta gravità”   ha affermato Giuseppe  Monaco- Segretario Generale dell’Ugl Sicilia  intervenuto anch'egli alla manifestazione.