Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

PONTE STRETTO, CONDORELLI (UGL): “PRIMA GOVERNO PENSI A SISTEMARE L’UNICA AUTOSTRADA”

“Se ne parla da sempre e l’Ugl è storicamente a favore del Ponte sullo Stretto, ma di fronte ad una diversità di posizioni nel Governo, con il ministro Alfano per il ‘sì’ e il ministro Delrio per il ‘no’, l’unica cosa che possiamo pensare è che sulla pelle della Sicilia e della Calabria, come anche di tutto il Sud, si gioca ad alti livelli senza alcun senso di responsabilità”. Lo dichiara il segretario confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli, sottolineando come sia “assolutamente ridicolo questo dibattito se si pensa che ancora non è stata rimessa in sesto l’Autostrada Catania-Palermo, preferendo far circolare macchine, tir, pulmann, su una strada inadeguata ad accogliere un simile traffico, piena di avvallamenti e che si inerpica quasi in montagna, in assenza di minime misure di sicurezza”. “Quella in cui versa la Sicilia – conclude – è una situazione semplicemente scandalosa e indegna di un Paese europeo, simbolo dell’abbandono in cui versa tutto il Mezzogiorno …

“Restituiamo all’Europa 12 miliardi di fondi per lo sviluppo economico, in fondo a cosa servono”?

Editoriale di Giovanni Condorelli – Segretario Confederale dell’Ugl  con delega alle politiche per il Mezzogiorno


Spero vogliate perdonarmi se ho esordito con un titolo decisamente provocatorio, ma credo sia l’opinione di tutti di noi in riguardo ai fondi europei  e al loro mancato utilizzo da parte della politica siciliana e non solo, perché sono sempre più convinto che, se vogliamo fare impresa dobbiamo supportare  i nostri giovani con l’aiuto concreto, vale a dire la presa in carico dell’idea imprenditoriale sino alla sua concreta realizzazione. Senza molti preamboli, la direzione da seguire è quella che anche le associazioni datoriali in sinergia con il sindacato devono attuare, affinché le risorse disposte dall’Unione Europea non vadano sprecate;  non a caso, il Convegno “SudAct” del 2 Ottobre 2015, avente per tema per l’appunto "Fondi Europei, lo sviluppo negato", che si terrà presso la Sala A. Terrasi della Camera di Commercio di Palermo, approfondirà quali sono le oppo…

ESA: CASSIBBA (UGL), ENTE IN STATO DI ABBANDONO

La situazione dell’Ente di Sviluppo Agricolo e’ ormai notoria, da tempo l’Ugl  ha denunciato alle sedi  opportune e agli organi  di stampa lo stato di difficoltà  e   di  abbandono in cui versa un ente senza programmazione, senza competenze, senza un ruolo strategico in agricoltura un ente allo sbando. A dichiararlo è Gaetano Cassibba, Coordinatore regionale enti sottoposti alla vigilanza Ugl FNA. “Lavoratori che dal 2013 denunciano uno stato di difficoltà - spiega Cassibba -  ad un governo regionale non adeguato a rispondere a quelle che sono le aspettative   dei  dipendenti e delle loro famiglie, che non riescono a programmare e pianificare quelle che sono le esigenze dei propri figli. famiglie abbandonate al loro destino isolate, mortificate, umiliate e sottostimate. dipendenti di ruolo vincitori di concorso trasformati   in  precari  con la complicità e responsabilità’ del governo e della maggioranza che la sostiene”. “Ci troviamo -  denuncia il sindacalista - di fronte ad un mu…

ISTITUTO REGIONALE VINO E OLI: MESSINA (UGL), “GRAVI COLPE DEL GOVERNO REGIONALE”

"La condizione dei lavoratori degli Enti sottoposti alla vigilanza e controllo dell'assessorato regionale  all'agricoltura resta precaria e senza futuro. È il caso dell'Istituto regionale vino e oli (Irvo) che paga il disinteresse del Governo regionale nel superamento delle criticità che ne minano la credibilita' ". A dichiararlo Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell'Ugl in Sicilia.
"L'Irvo da circa quattro anni è  senza consiglio di amministrazione e adesso anche senza commissario straordinario" - aggiunge il sindacalista -. "L'Ente è  senza commissario ad acta - sottolinea Messina - e l'allarmismo tra i 68 dipendenti aumenta sempre più. La nostra organizzazione dice adesso  basta a questo gioco al massacro". "Una situazione insostenibile - rimarca  il sindacalista - che necessita un immediato intervento per sbloccare l'empasse che dura da troppo tempo". "L'esecutivo regionale nomini senza in…

UGL: A PALERMO "SUDACT" L’INIZIATIVA NAZIONALE DELL’UGL, IN CROSS MULTIMEDIALITA’

A Palermo in data 2 ottobre,  a partire dalle ore 9,30, si terrà presso la sala Terrasi della CCIAA cittadina, un convegno organizzato dall' Ugl, avente per tema, "Fondi Europei, lo sviluppo negato". Il convegno si inserisce nell'ambito dell'iniziativa nazionale, "SudAct", dedicata al Sud Italia, "9 proposte per il Mezzogiorno". L'intero meeting  sarà trasmesso in diretta streaming,  da Station Radio 091 Web Radio. dalla piattaforma multimediale posizionata sul link stationradio.it,  ed anche   in mobilità dallo smartphone o dal tablet, scaricando l'applicativo gratuito  direttamente da IOS o Android. "La scelta di far sentire da Palermo  in diretta streaming  l'intero convegno , - spiega Giovanni Condorelli,  Segretario Confederale dell’Ugl  con delega alle politiche per il Mezzogiorno, -  è nata dall'idea di rendere fruibile l'intero meeting, anche a tutti coloro che non potranno partecipare fisicamente dal resto d&…

LAVORATORI ESA, MESSINA (UGL), LA REGIONE VIAGGIA NELL’IMPROVVISAZIONE E SENZA ALCUNA PROGRAMMAZIONE

“Sulla crisi che tocca i lavoratori dell’Esa, la Regione siciliana non riesce a garantire gli stipendi ai dipendenti degli enti sottoposti a  vigilanza e controllo dell’assessorato regionale all’agricoltura. Si viaggia nell’improvvisazione e senza alcuna programmazione.” Così Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell’Ugl in Sicilia. “L’Ugl vuole la garanzia costituzionale degli stipendi del pubblico impiego – aggiunge – diversamente si pone al pari di tanti privati, determinando una sacca di lavoro nero e demotivazione tra i lavoratori. Un modello negativo che va soppiantato da una seria programmazione, puntando sulla riforma del comparto per ottimizzare le risorse e ridurre i costi”.
“L’Ugl sta lavorando ad una norma–ponte per garantire la puntualità delle retribuzioni del personale degli enti sottoposti a vigilanza e controllo dell’assessorato regionale all’agricoltura. Una situazione paradossale alala quale occorre porre rimedio”.

CARREFOUR CESSIONE RAMO D’AZIENDA , A PALERMO RIUNIONE DELL’UGL TERZIARIO

Si è tenuta questa mattina un incontro presso la sede regionale dell’Unione Regionale del Lavoro dell’Ugl sulla vertenza legata alla cessione del ramo d’azienda siciliano della Carrefour Spa al quale hanno partecipato Vincenzo Pavia, Segretario Regionale dell’Ugl Terziario della Campania, Gaetano Panico, Segretario provinciale di Napoli, Letizia Fiorino, Segretario Regionale del Terziario della Sicilia e Crocetta Tona, Segretario provinciale di Palermo.
All’incontro ha partecipato il Responsabile regionale dell’Ugl siciliana, Giuseppe Messina.

IN SICILIA LEGGE REGIONALE SULL’ACQUA, GAMBINO (UGL), E’ A RISCHIO IMPUGNATIVA

“La legge regionale sull’acqua è a rischio impugnativa con tutti gli effetti dirompenti sul territorio e a danno di lavoratori e cittadini” E’ quanto dichiara il Segretario Provinciale Ugl Chimici di Palermo, Margherita Gambino commentando il caos intorno alla gestione dell’acqua nell’Isola a seguito dell’approvazione da parte dell’Ars, nella seduta dello scorso 10 agosto, di una legge che rischia di morire ancor prima di compiere i primi passi. l'intero articolato della riforma che prevede nove Ambiti territoriali ottimali (Ato) che potranno assegnare la gestione del servizio a una società pubblica, mista o anche ai privati in caso di offerta vantaggiosa rischia l’impugnativa del Consiglio dei ministri, che si accinge a cassare anche parte della riforma del sistema idrico. “Sono anni ormai - prosegue la Gambino - che a seguito della fallita Società APS, gestore del Servizio Idrico Integrato nella Provincia di Palermo, ci siamo trovati a discutere più e più volte il tema dell’acqua i…

KSM SECURITY, L’UGL PROCLAMA LO STATO DI AGITAZIONE

Abbiamo proclamato lo stato di agitazione ad oltranza dei dipendenti della società di vigilanza privata ‘Ksm Security Spa’ fino a quando i ritardi nel pagamento delle spettanze saranno una consuetudine e cesserà il momento in cui l’azienda rispetterà gli accordi sottoscritti”. E’ quanto dichiara Francesco Ficarra, Reggente provinciale della Federazione Sicurezza Civile dell’Ugl di Palermo in merito alla vertenza occupazionale che coinvolge i dipendenti della società Ksm Security Spa. “Ieri presso la Direzione territoriale del lavoro  del capoluogo siciliano – afferma il sindacalista - abbiamo  chiuso con esito negativo l’esame congiunto avviato dall’Azienda per il licenziamento di 90 dipendenti tra Palermo e Messina”. “Non ci convince la dichiarazione di esubero da parte dei vertici aziendali -  sostiene Ficarra – atteso che non si è ancora esaurito il monte ferie, il numero dei permessi e le ore di straordinario a disposizione dei dipendenti”. “Come Ugl sosteniamo la necessità che nel no…

ESA: MESSINA (UGL), OLTRE AL DANNO LA BEFFA

“Oltre al danno la beffa. L’Esa, ente controllato dall’assessorato regionale all’agricoltura, rischia di restare senza casa”. Già per i dipendenti lo stipendio è a rischio e si preannuncia un autunno caldo sul versante retributivo, l’Esa potrebbe ritrovarsi anche senza locali. E’ quanto afferma Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell’Ugl Sicilia intervenendo in merito all’occupazione da parte di un comitato studentesco dell’immobile di Via Catania a Palermo di proprietà dell’Esa. “Siamo solidali con gli studenti che meritano di avere alloggi a disposizione e spazi adeguati – aggiunge - ma non è una soluzione occupare i locali destinati agli uffici dell’Esa”. “Sono tanti gli immobili a disposizione della Regione siciliana –sostiene Messina - come nel caso dei locali di molti Istituti pubblici di beneficienza e assistenza (Ipab), dismessi, che potrebbero essere destinati agli studenti. Anche il Comune di Palermo potrebbe rispondere alla domanda di convitti per gli studenti”. “Chiedia…

UGL: A ENNA I VERTICI DEL SINDACATO PER IL RILANCIO DELL’ATTIVITA’ IN SICILIA

Procede l’intensa attività dell’Ugl siciliana sul territorio regionale. "Un documento politico sindacale sarà elaborato nelle prossime settimane, con il contributo di tutti i quadri dirigenti della Sicilia, per rilanciare l'azione e presentare  proposte sui temi caldi del lavoro dell'occupazione e dello sviluppo della grande impresa come delle PMI". E' quanto dichiaraGiuseppe Messina, responsabile regionale dell'UGL in Sicilia, a margine dell'incontro dei quadri dirigenti in Sicilia, tenutosi a Enna  presso la sede dell'Unione Territoriale del Lavoro UGL di Enna. Presente ai lavori il segretario confederale con delega per il Mezzogiorno,Giovanni Condorelli, oltre a tutti i segretari generali delle UTL dell'isola ed a numerosi segretari regionali e provinciali di federazione.  " Il sindacato e' vivo più che mai e l'ampiezza dei temi trattati nonché  le proposte raccolte - aggiunge Messina - confermano la straordinaria vitalità dell…

CCIAA, OGGI A PALERMO INCONTRO CON I SINDACATI

“In merito alla riunione di questa mattina alla Camera di Commercio di Palermo sugli effetti delle nuove norme regionali sui pensionamenti l’Unione territoriale del lavoro – Ugl di Palermo è stata rappresentata dall’Rsa, Fabio De Ninnis, e dal segretario provinciale della Federazione Autonomie, Marcello Ficile”. è quanto dichiara Giuseppe Messina, Responsabile dell’Utl-Ugl di Palermo. “Quanto pubblicato da un quotidiano online e la dichiarazione rilasciata da un soggetto che non ha alcun titolo, né legittimazione ad rappresentate l’Unione Generale del Lavoro a Palermo -  afferma Messina – chiarisco che non può essere attribuita alla nostra Organizzazione sindacale confederale, che prende le distanze da questi fatti e dal citato soggetto”. “A tutela dell’immagine dell’Ugl – conclude Messina – saranno assunte tutte le iniziative necessarie per fare chiarezza”.

RIFORMA DEL COMPARTO FORESTALE E DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA, ARENA (UGL), “NON È PIÙ PROCRASTINABILE”

"Riforma del comparto forestale e della meccanizzazione agricola non è  più procrastinabile ". Ad affermarlo Franco Arena, Segretario regionale del Sindacato agricoli e forestali dell'Ugl in Sicilia a margine del Consiglio regionale tenutosi questa mattina ad Enna,  presenti il Segretario Confederale con delega per il Mezzogiorno, Giovanni Condorelli e il Responsabile regionale del Sindacato nell'Isola, Giuseppe Messina. "Abbiamo rafforzato la nostra azione sul territorio - aggiunge Arena - conquistando la fiducia dei lavoratori forestali". "Il settore merita un radicale cambiamento passando da improduttivo a produttivo e garantendo finalmente la stabilità' ai forestali - conclude il Segretario regionale dell'Ugl forestali.  La nostra proposta mira proprio a questo oltre che tutelare gli operai della meccanizzazione agricola dell'Esa che hanno diritto alla stabilità retributiva e contributiva".

RYANAIR LASCIA L’AEROPORTO DI BIRGI, L’UGL PRONTA AD INTERVENIRE

“Siamo seriamente preoccupati dalla notizia appresa,  riferibile alla  compagnia irlandese  Ryanair,   la quale comunica che lascerà  lo scalo di Birgi, riteniamo che  questo comporterà  ricadute occupazionali presso lo scalo, sono  circa 350  i lavoratori e  le lavoratrici coinvolti dell’indotto”.  Lo dichiara  il Segretario regionale UGL  trasporto aereo, Domenico De Cosimo. “La compagnia irlandese - prosegue  il sindacalista -,  ha fatto base a Trapani nel 2008, garantendo quasi trenta rotte nazionali e internazionali, frutto di un accordo di co-marketing del 2014 tra la compagnia, i comuni della provincia di Trapani e la Camera di commercio”. “Gli  azionisti pubblici e privati   -  spiega De Cosimo - devono assumersi  la responsabilità, di una Sicilia Occidentale  con un altissimo tasso di disoccupazione”. “L’Ugl si attivera'  - aggiunge  Franco Fasola, Segretario Responsabile dell’Utl/UGL di Trapani, con tutti gli strumenti necessari e con ogni iniziativa sindacale opportuna,  a …

UGL LIBERTÀ E SICUREZZA POLIZIA DI STATO (LES), OGGI IL PRIMO INCONTRO A PALERMO PER PROMUOVERE #LAPOLIZIACHEMERITIAMO

“Sono piacevolmente sorpreso e contento dell’accoglienza ricevuta a Palermo e dell’entusiasmo dimostrato dai colleghi. Quello che ci prefiggiamo è un obiettivo ambizioso, vogliamo rivoluzionare la Polizia di Stato e dovremo lavorare molto. Con questi presupposti, però, sono sicuro che arriveremo lontano”. Così, Giovanni Iacoi, Segretario Generale di LeS, il sindacato che rappresenta la nuova voce dell’Ugl nella Polizia di Stato, alla fine del primo incontro di promozione de #lapoliziachemeritiamo che ha avuto luogo oggi pomeriggio presso la sede regionale dell'Ugl, a Palermo. Durante l'incontro è stata formalizzata la nomina a Segretario provinciale di Palermo di Pasquale Guaglianone.

MEZZOGIORNO: CONDORELLI, CON SUDACT L’UGL SCENDE IN CAMPO PER IL RILANCIO DEL SUD

E’ Bari il primo step del “SudAct”, sabato 19 settembre,  presso la Fiera del Levante. Quindi è la  Puglia  la regione protagonista per lo  start up dell’iniziativa promossa dall’Ugl Nazionale  per il rilancio del Mezzogiorno,  con la prima conferenza  che avrà come tema, “Ambiente e sviluppo, un binomio possibile”. Le conferenze di  “SudAct”, interesseranno con ben nove proposte per il mezzogiorno, anche  Reggio Calabria (Infrastrutture, la strada obbligata per il rilancio), Palermo (Fondi europei, lo sviluppo negato)  il 2 ottobre , ore 9,30 presso la sala Terrasi della CCIAA, Matera (Il Belpaese, un territorio da valorizzare), Pescara (Energia e Green Economy, per un futuro sostenibile. Il pericolo delle trivellazioni), Cagliari (Lavoro: creare opportunità di sviluppo e occupazione), Isernia (A difesa del welfare per la coesione sociale), Napoli (Agroalimentare, preservare la filiera e i marchi di qualità), Tunisi (L’Italia un ponte nel Mediterraneo). Per  Giovanni Condorelli,  Segret…

MESSINA (UGL), UN PIANO INDUSTRIALE PER RILANCIARE IL CERISDI

"Un piano industriale per rilanciare il Cerisdi e garantire continuità all'offerta formativa di alta qualità e tutelare i 29 dipendenti". E' quanto dichiara Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell'UGL in Sicilia a margine dell'incontro,  tenutosi questa mattina a Palermo  a Castello Utveggio, richiesto dalla Federazione Terziario dell'Ugl, con il Direttore del Cerisdi e il legale del Centro d'eccellenza.
Presenti per l'Ugl, insieme al Reggente del sindacato nell'isola, il segretario regionale della Federazione terziario, Letizia Fiorino e l'Rsa, Giusi Valenza. "Abbiamo chiesto ed ottenuto una data per il pagamento di alcune retribuzioni arretrate - dice Messina -  entro la fine della prima settimana di ottobre il Cerisdi accreditera' almeno due stipendi arretrati ai dipendenti". "Abbiamo chiesto ed ottenuto - aggiunge - una convocazione urgente del Consiglio di Amministrazione per affrontare concretamente la sit…

LAVORO: UGL, LA POLITICA DEL GOVERNO REGIONALE PRIVA DI CONTENUTI

“L’Esa vive ormai da anni in una condizione allarmante, in attesa di una riforma da tempo annunciata  e mai attuata nonostante l’ultima finanziaria del 2015 abbia delegato l’assessore alle risorse agricole a provvedere entro 90 giorni, ma sino adesso nulla”. E’ quanto affermano Gaetano Cassibba, coordinatore regionale Enti vigilati dell’assessorato regionale agricoltura e Lillo Macaluso, coordinatore provinciale degli operai meccanizzazione agricola dell’Esa di Palermo a margine della fiaccolata alla presenza di centinaia di precari, promossa dal vice capogruppo all’Ars di Forza Italia, Vincenzo Figuccia.   “Dal 2013, da quando è in carica il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, al governo si sono succeduti oltre 30 assessori – commentano i due sindacalisti dell’Ugl - e all’assessorato alle risorse agricole si sono alternati quattro tecnici senza mai potere affrontare e pianificare alcune questioni importanti e non più rinviabili, chiusura del CCNL 2006/09, l’applica…

SINDACATO: MESSINA (UGL), “ IL NOSTRO IMPEGNO IN FORTE CRESCITA AL FIANCO DEI LAVORATORI”

In data 17 settembre, si è tenuta a Palermo, presso la sala riunioni dell’Ugl/Unione Regionale del Lavoro  Sicilia, presenti tutte le Federazioni di categoria, anche i nuovi ingressi,  una riunione organizzativa di tutti i Segretari Provinciali cittadini dell’Ugl,  coordinata dal Segretario Responsabile dell’Unione Territoriale Ugl di Palermo, Giuseppe Messina (nella foto al centro). “Siamo soddisfatti per la crescita del sindacato in provincia di Palermo, sia nel privato che nel pubblico - dichiara  Messina – e restituiamo al mittente ogni addebito di debolezza e arretramento”. “Il sindacato è vivo più che mai sul territorio – conclude Messina – e la costante crescita nella fiducia che i lavoratori ci assegnano,  è il segnale tangibile della correttezza del percorso avviato di risanamento, pulizia e legalità della nostra organizzazione sindacale”.



RIFIUTI: FRANCHINA (UGL), E’ EMERGENZA SOCIALE

L’emergenza sociale nel settore dei rifiuti va affrontata con energia e determinazione, l’immobilismo del Governo regionale che in tre anni non ha saputo o voluto dare attuazione alla legge regionale n.9 del 2010 non fa che acuire il disagio collettivo dei lavoratori”. A sostenerlo Alessandro Frachina, componente del direttivo provinciale dell’Ugl Igiene ambientale di Palermo, commentando l’iniziativa di qualche giorno fa, promossa dal vice capogruppo all’Ars di Forza Italia, Vincenzo Figuccia, che ha visto scendere in piazza centinaia di lavoratori del precariato per una composta fiaccolata di protesta contro le istituzioni regionali. “E’ da anni che oltre 11 mila addetti del comparto rifiuti vivono in uno stato di precarietà e senza percepire stipendio – aggiunge -, ed in alcuni casi, come i 180 dipendenti dell’ex Coinres, licenziati da più di 2 anni , ed ancora i 275 dell' Alto Belice Ambiente, dichiarata fallita 9 mesi fa,  i lavoratori si vedranno recapitare una lettera di lice…

FORMAZIONE: MESSINA (UGL SICILIA), “SNELLIRE IL SETTORE GARANTENDO TUTELE E OPPORTUNITÀ AI LAVORATORI”

“La questione sociale nel comparto della Formazione professionale in Sicilia non può restare lettera morta o, peggio ancora, restare appannaggio di pochi attori che si ergono a paladini della verità”.  A dichiararlo Giuseppe Messina, Responsabile dell’Ugl in Sicilia. “Serve una larga rappresentatività – aggiunge - a garanzia della pluralità democratica necessaria ad affrontare i prossimi mesi difficili sul versante occupazionale”. “Il Comparto della Formazione professionale – sostiene Messina - necessità di una cura dimagrante e questo è fuor di dubbio. Per farlo, però – prosegue - occorre il contributo di tutti senza steccati o falsi proclami”. “Sono oltre 2 mila gli operatori del settore licenziati o sospesi e quindi senza lavoro e copertura contributiva, retributiva e giuridica” – ricorda il sindacalista. “Via libera, quindi, all’operazione verità. Il governo regionale - rilancia Messina -  si faccia carico di mettere a disposizione le risorse e batta i pugni a Roma perché il governo c…

FORESTALI: MESSINA (UGL), “LA REGIONE SICILIA SMETTA DI TERGIVERSARE”

“L’accordo dello scorso 15 settembre tra governo regionale e alcune sigle sindacali è rimasto lettera morta ad oggi e per i forestali il rischio di non completare le giornate lavorative aumenta sempre più”.
Così Giuseppe Messina, Responsabile dell’Ugl Sicilia in merito alla vertenza dei lavoratori forestali. “Il Governo regionale la smetta di tergiversare e parlare di privilegi ai forestali  -  continua - un gioco al massacro che mortifica i lavoratori e che non fa bene alla Sicilia ed ai siciliani” “Anticipi gli 87 milioni di euro che servono per garantire le giornate lavorative ai forestali  - commenta Messina - e metta in cantiere i progetti per intervenire nella prevenzione del dissesto idrogeologico, visto l’imminente arrivo della stagione delle piogge”. “L’Ugl  - rilancia il Responsabile del sindacato in Sicilia – dice  basta alla stagione della politica sterile, si metta in campo una unica governante per la gestione dell’ambiente e del territorio siciliano, impiegando forestali del…

INCIDENTE LAVORO: UGL, “IN SICILIA TERZA VITTIMA IN TRE GIORNI, URGE PIANO D’INTERVENTO STRAORDINARIO INTEGRATO”

“E’ una scia di sangue quella che sta colpendo la Sicilia, la terza vittima in tre giorni nella zona industriale di Priolo Gargallo, tutto ciò non è una mera coincidenza”. A dichiararlo è Giuseppe Messina, Segretario Responsabile dell’Ugl in Sicilia. “La morte Vincenzo Guerci, capo officina della Coemi, azienda specializzata nella progettazione di impianti elettro-strumentali, schiacciato da un cancello danneggiato, dopo la morte dei due tecnici della ditta Xifonia nello stabilimento Eni Versalis, - aggiunge Messina - denota che si sono abbassati i livelli di sicurezza in tutto il polo industriale di Priolo”. “Che si attivino tutte le funzioni preposte alla prevenzione e alla tutela della sicurezza, conclude Giovanni Condorelli, Segretario Confederale dell’Ugl con delega alle politiche per il Mezzogiorno, urge un piano straordinario d’intervento integrato con le forze sociali, in Sicilia 35 morti bianche in sette mesi, di cui 10 solo nella provincia di Palermo, indicano uno stato di g…

INCIDENTE PRIOLO, GALIOTO (UGL): “SU SICUREZZA LAVORO CONVOCATO TAVOLO IN PREFETTURA”

“Dopo la nostra richiesta di incontro, la Prefettura di Siracusa ha deciso di convocare, per il 15 settembre alle 16, un tavolo di confronto con sindacati, Confindustria, Asp, Arpa e i direttori delle aree industriali, sulla sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro”. Lo rende noto il segretario provinciale dell’Ugl Siracusa, Antonio Galioto, spiegando che “l’incidente mortale avvenuto ieri nel polo petrolchimico di Priolo Gargallo deve spingerci ad agire sul fronte della sicurezza, al fine di aumentare la prevenzione e i controlli sul territorio affinché le norme vengano rispettate. La sicurezza è un diritto ed è necessario l’impegno da parte di tutti gli enti e le istituzioni, a livello nazionale e locale, per far sì che simili tragedie non si verifichino più”.  

LAVORO: MESSINA (UGL), “IN SICILIA A RISCHIO IL COMPLETAMENTO DELLE GIORNATE LAVORATIVE PER GLI OPERARI DELLA MECCANIZZAZIONE AGRICOLA”

In Sicilia a rischio il completamento delle giornate lavorative per gli operari della meccanizzazione agricola. E’ quanto dichiara Giuseppe Messina, Responsabile regionale dell’Ugl in Sicilia, commentando l’esito negativo dell’incontro serale dello scorso 7 settembre a Palazzo d’Orleans. “L’avevamo già denunciato prime dell’estate – sottolinea Messina – guardando al buco di bilancio della Regione siciliana che avrebbe messo, con l’avvicinarsi della fine dell’anno, in ginocchio molte categorie di lavoratori stagionali e precari. Cosa che è puntualmente successo”. “Si intervenga con immediatezza – propone il Responsabile siciliano dell’Ugl - procedendo all’inserimento degli operai della meccanizzazione nei piani d’intervento dei cantieri dell’ex Azienda Foreste demaniali su base provinciale, le chiacchiere ed i proclami di Governo e Parlamento siciliano non servono più, la gente è affamata e disperata servono adesso i fatti concreti”. “Così come servono almeno tre milioni e mezzo per permet…

LAVORATORI EX ATO PALERMO 4 – COINRES, FRANCHINA (UGL), “OCCUPAZIONE ASSESSORATO ALL’ENERGIA, ENNESIMO ATTO DI DISPERAZIONE”

“L'occupazione degli uffici dell'assessorato regionale all'energia ed ai servizi di pubblica utilità, non è altro che l'ennesimo atto di disperazione da parte dei 180 lavoratori dell’ex Ato Palermo 4 - Coinres licenziati ormai più di 2 anni fa”. Ad affermarlo è Alessandro Franchina, componente del direttivo provinciale dell’Ugl Igiene ambientale. “Lavoratori che chiedono soltanto di poter rientrare al lavoro – aggiunge il sindacalista – e di non essere buggerati con false promesse che mortificano la dignità umana”.  “Il nostro sindacato   -  sostiene Franchina -  ha chiesto più volte di riprendere tavolo di concertazione per poter dare finalmente attuazione alla legge regionale n.9 dell’ aprile 2010 ed all'accordo quadro del 6 agosto 2013”. “Siamo convinti – commenta -  che non è più tempo di chiacchiere, proclami e false promesse perché non si può più temporeggiare o sonnecchiare su un tema così delicato come quello della gestione rifiuti nell’Isola, sempre più alle…

L’UGL DENUNCIA PRESUNTO COMPORTAMENTO ANTISINDACALE ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE SICILIA

Il sindacato  Ugl  Agricoli, Forestali e Pesca Sicilia, denuncia un presunto comportamento antisindacale alla Presidenza della regione Sicilia.  Per Franco Arena,  Segretario Regionale dell’ Ugl  Agricoli, Forestali e Pesca Sicilia, “quanto accaduto durante un incontro del 7 settembre, regolarmente richiesto con auto convocazione per discutere di problematiche lavoratori addetti meccanizzazione ESA,  è gravissimo, il governo come ormai usa fare riceve solo i suoi amici sindacalisti o altre organizzazioni sindacali se accompagnate dal politico di turno, un atto politico di scorrettezza unica”. “Abbiano informato  – spiega Arena – tutti  i lavoratori addetti meccanizzazione ESA, tramite una nostra comunicazione, e abbiamo intenzione anche  attraverso gli organi di stampa, di denunciare lo stato di palese violazione dei diritti sindacali in cui versa il governo Crocetta”.

LAVORO: CARREFOUR MARKET SICILIA INCONTRA L’UGL TERZIARIO

Si è tenuto a Palermo un incontro fra l’Ugl Terziario in tutte le sue articolazioni nazionali, regionali, provinciali ersu e la direzione aziendale Carrefour Market . “L’incontro riguardante  le unità produttive di Palermo e Trapani,  - si legge in una nota dell’Ugl Terziario,  ha ribadito il percorso già ampiamente  illustrato nell’avvio della procedura di fine luglio e formalizzato nel primo incontro del 07/08 , precisando e chiarendo alcune posizioni a fronte di una  disinformazione circolante, chiarendo  che  l’azienda  non  è  intenzionata a chiudere il deposito e  che non prenderà  solo in parte il personale o i pdv”. “L’azienda ha  dichiarato  - aggiunge l’Ugl Terziario-   nell’ambito della propria autonomia imprenditoriale e coerentemente ai propri standard che disdetterà utenze e locazioni per adeguarle alle necessità del mercato”. “La Carrefour -  conclude  la nota a firma del vice Segretario  Nazionale dell’Ugl Terziario, Luigi Giulio De Mitri Pugno -  sarà presente  a tutti g…

INCIDENTE LAVORO A PRIOLO: PER L’UGL LA SICUREZZA È UN VALORE IMPRESCINDIBILE

“Priolo rientra nel maledetto triangolo industriale che con Melilli e Augusta, costituisce il polo petrolchimico siciliano, fonte di veleni e incidenti”. A dichiaralo è Giovanni Condorelli , Segretario Confederale dell’Ugl  con delega alle politiche per il Mezzogiorno  aproposito del doppio  incidente mortale di stamani  presso lo stabilimento Versalis di Priolo Gargallo, nel siracusano, che è costata la vita a  due lavoratori. “L’Ugl  -  prosegue Condorelli - ha da sempre richiesto maggiore attenzione,  denunciando  la mancanza di sicurezza dei  lavoratori,  in particolare a Priolo,  intesa come tutela e protezione della  salute”. “Che venga fatta chiarezza  su quanto accaduto  – aggiunge   Giuseppe Messina, Responsabile dell’Ugl Sicilia – ci uniamo al dolore dei familiari, ma a troppe morti abbiamo assistito oramai, la sicurezza è un valore imprescindibile”.

SVILUPPO ITALIA SICILIA: L’UGL INTERVIENE NUOVAMENTE PER GARANTIRE LA LEGALITA’ NELLE SOCIETA’ PARTECIPATE

L’Ugl Credito Sicilia interviene nuovamente constatando con rammarico, che l'attuale management di Sviluppo Italia Sicilia, nonostante abbia ereditato una società che già navigava in cattive acque abbia, ancor oggi, mantenuto un assetto organizzativo con ancora a capo quelle stesse persone che hanno causato la voragine con l'utilizzo di auto aziendale ad uso esclusivo e con una gestione personalistica ai danni della società. “Si  evidenzia  - denuncia l’Ugl Credito in una nota -  una netta volontà del management a quella continuità aziendale che ha portato al dissesto economico di  SIS , non ottemperando alle disposizioni di legge previste quali la rotazione del personale ampiamente sollecitata anche dai legali di alcuni sindacati e non ponendo in essere quei provvedimenti necessari a dare un segnale di cambiamento col passato”. “Infatti  - afferma il sindacato - come richiesto dal nostro legale in data 5 agosto,  veniva sollecitata la rotazione del personale che opera in amb…

L’UGL CREDITO SICILIANA SALUTA IL NUOVO SEGRETARIO NAZIONALE DEI BANCARI, PIERO PERETTI

Alla guida della prestigiosa Federazione dei bancari, l’Ugl Credito, arriva il nuovo Segretario Nazionale Piero Peretti, il quale prende il posto dell’uscente Fabio Verelli, dopo tanti anni di prestigiosa attività, destinato ad un alto incarico, l’Unione Territoriale del Lavoro di Roma. “Nel solco della continuità – si legge in una nota diramata dall’Ufficio Stampa dell’Ugl Sicilia – la Segreteria Regionale  e le  Segreterie Provinciali dell’Ugl Credito siciliana, accolgono Piero Peretti con lo stesso entusiasmo e determinazione che hanno contraddistinto Peretti stesso in tanti anni di attività confederale in seno alla quarto sindacato italiano, l’Ugl, nello stare sempre quotidianamente  vicini ai lavoratori e nell’offrire una oculata assistenza e tutela sindacale ”.

CAPORALATO: MESSINA (UGL SICILIA), SUBITO UNA GOVERNANCE PER CONTRASTARE IL FENOMENO DEL LAVORO A NERO

"La Sicilia, patria degli indicatori economico-sociali negativi, assurge anche a capitale del lavoro nero e dello sfruttamento". E' quanto dichiara Giuseppe Messina, Responsabile dell'UGL in Sicilia, commentando quanto pubblicato dal Quotidiano di Sicilia sul diffusissimo fenomeno del caporalato nell'Isola. "Lo sfruttamento dei lavoratori immigrati ed italiani e' la vera grande piaga dell'economia siciliana - afferma il sindacalista -. Interessati molti settori come l'edilizia, la ristorazione e sopratutto l'agricoltura che registra il maggiore sfruttamento di lavoratori a nero". "Sono migliaia i braccianti sfruttati nella campagne - sottolinea Messina - che per paura di perdere i pochi spiccioli per 10 ore di lavoro sotto il cocente sole di Sicilia, sono costretti a restituire il 50 per cento del guadagno al caporale oltre a pagargli alloggio e cibarie". "Sono 95 i lavoratori a nero scoperti dai carabinieri dell'Ispe…

L’IMPEGNO DELL’UGL AL SUD CONTRO LA CONNIVENZA TRA DATORI E CAPORALI

EDITORIALE
di Giovanni Condorelli Editore "Ugl Sicilia Notizie"
Ogni giorno all’alba migliaia di lavoratori si alzano per andare a lavorare in campagna  e rischiano di non tornare nelle loro case, ogni giorno  si piegano la schiena per una manciata di euro, sono uomini, donne, immigrati e italiani, come racconta la cronaca per la morte di Paola Clemente, ma nel caso degli immigrati, non sappiamo chi sono, non conosciamo i loro nomi, sono delle identità nascoste, che a nessuno importa in che condizioni vivono e lavorano, stroncati dalla fatica sotto il sole cocente del mezzogiorno. Sono morti perché dietro al reclutamento di questa forza lavoro, si nasconde il caporalato, un fenomeno criminale che dilaga in particolar modo al sud, gestito da forze criminali senza scrupolo e che abusano della necessità di manovalanza e la costrizione a un lavoro nero che uccide in Puglia e non solo, dove l'Ugl è stata presente  fisicamente con i suoi sindacalisti, per verificare le condizioni …