Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2019

Regione Sicilia. L’UGL incontra l’assessore alla Salute Ruggero Razza

Dal confronto di Catania con l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, sono emerse interessanti soluzioni alle tante criticità che toccano tutte le categorie e Federazioni dell’Ugl che costituiscono in Sicilia la forza trainante del sindacato.Sono tante le sfide che il governo regionale dovrà affrontare nei prossimi mesi e con l’Ugl prosegue il dialogo costruttivo verso l’obiettivo comune di migliorare la condizione economico-sociale dei siciliani, in una prospettiva di crescita della Sicilia.Scelte politiche e visione strategica del governo Musumeci che trova la convergenza del sindacato sui contenuti e sui tempi per il rilancio dell’Isola e per la sua normalizzazione che può e deve passare dal rilancio dell’istituto autonomistico e dall’avvio di una nuova stagione di “autogoverno responsabile” in linea con i principi e le prerogative conquistate 73 anni fa con lo Statuto siciliano.All’incontro ha partecipato una delegazione dell’Ugl composta dal Segretario confederale, res

Palermo Calcio. Virzì (UGL): “L'ingiustizia è palese"

S ulla vicenda della retrocessione del Palermo in serie C e sulla decisione del Tribunale nazionale federale in merito al deferimento della società rosanero nell’ambito del procedimento per le presunte irregolarità gestionali tra il 2014 e il 2017 è intervenuta l’Ugl del capoluogo regionale.  “Analizzando la situazione del Palermo calcio, la giustizia ordinaria lo assolve per insussistenza dei fatti addebitati, quella sportiva lo condanna per gli stessi fatti e lo manda direttamente in serie C.  Il tribunale fallimentare di Palermo ha di recente assolto il Palermo con sentenza definitiva dalle accuse di falso in bilancio e di fallimento.  Il Tribunale Federale Nazionale, sulla base della stessa accusa e della stessa documentazione di falso in bilancio per i tre anni dal 2014 al 2017, ha invece condannato la società rosanero portandola all'ultimo posto della classifica di quest'anno. Ciò nonostante la Covisoc, organo federale che controlla la regolarità dei bilanci

Festa del lavoro. Fasola (UGL): “Da Palermo all’Italia intera, teniamo accesi i riflettori sulla sicurezza nei luoghi di lavoro”

“Il primo di maggio è stato per la città di Palermo e per l’Ugl Confederazione un grande momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica e lo dimostra anche il grande riscontro mediatico avuto, al fine di non spegnere mai i riflettori sulle morti bianche, per noi l’iniziativa nazionale #lavorarepervivere sarà un punto di partenza per ulteriori iniziative sindacali volte ad accrescere la cultura della sicurezza e la prevenzione come investimento sulla sicurezza stessa nei luoghi di lavoro”. Questo è quanto ha dichiarato Franco Fasola, Segretario provinciale dell’UGL di Palermo a margine dell’evento del primo di maggio.